“Seimila euro per ogni bimbo che nasce”, la proposta di Forza Italia Sardegna

CAGLIARI – Un Patto per la famiglia, articolato in 10 punti, “per tutelare la nascita, la vita, la difesa della famiglia e per riportarla al centro dell’azione politica nazionale e regionale”. È l’iniziativa di Forza Italia Sardegna, presentata questa mattina nella nuova sede regionale in via Genovesi a Cagliari dal coordinatore Ugo Cappellacci, insieme al senatore azzurro Emilio Floris e al consigliere Stefano Tunis, al momento una bozza che verrà distribuita ai cittadini per eventuali contributi e la sottoscrizione.

Emilio Floris

Emilio Floris

La proposta verrà poi portata all’attenzione del Consiglio regionale e della Giunta. “Come ha ricordato Papa Francesco nel suo viaggio in Messico, la famiglia non è un modello superato- spiega Cappellacci-. La politica non può rimanere inerte davanti al momento di disagio che sta attraversando la società, né a fenomeni come lo spopolamento e il calo della natalità. L’Italia spende l’1,4% del Pil per le politiche per la natalità- continua- mentre la media europea si attesta intorno al 2,4%. Ecco perché vorremo ravvivare il dibattito su questo tema e dare il nostro contributo positivo”.

Nel dettaglio i punti principali del Patto proposto da Forza Italia, prevedono la concessione di contributi per l’abbattimento in conto interessi sui mutui per la prime case, un sostegno ai genitori divorziati, un bonus di 6.000 euro per ogni nuovo nato e misure che possano abbattere gli interessi dei prestiti a favore delle famiglie con reddito non superiore ai 30.000 euro. Previsti poi interventi a favore degli asili nido, con più risorse e abbattimento delle tariffe. “L’obiettivo è attivare sistemi concreti, in modo che le famiglie possano vedere il futuro in modo più roseo- sottolinea Floris-. Stiamo parlando di temi fondamentali, che talvolta, distratti da altri diritti che correttamente vengono portati avanti, vengono dimenticati. Ma è necessario ribadire che esiste una ‘famiglia naturale’, che è l’embrione della nostra società, costituita da padre, madre e figli”. Secondo Tunis “stiamo vivendo un forte affievolimento dei legami familiari e l’attuale modello di welfare ha dimostrato di essere interamente fallimentare. In questo dobbiamo tornare ‘indietro’, la famiglia è l’ultima frontiera contro la povertà e il decadimento della società– conclude-. Ecco perché è necessario agevolare la composizione della famiglie e le nascite, pena la sopravvivenza del popolo sardo”.

sardegna_patto_famiglia

di Andrea Piana, giornalista

19 Feb 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»