Matera 2019, ecco come raggiungere la città dei sassi

Da parte del gruppo Fs "il massimo sforzo per garantire l'accessibilità della capitale della cultura del 2019"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – “Vogliamo garantire una maggiore accessibilità a Matera e ai territori circostanti. Abbiamo l’obiettivo di promuovere il made in Italy nel mondo con un ampio coinvolgimento dei luoghi di produzione di cultura, di espressione dello stile italiano oltre che di diffusione dell’industria culturale e creativa della Basilicata, del Mezzogiorno e di tutta Italia”. Queste le dichiarazioni di Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale del Gruppo Fs in occasione della partenza di Matera 2019, capitale europea della cultura.

“Matera 2019 è un’esperienza unica – aggiunge Battisti – che vede tutta l’Italia impegnata in una manifestazione di respiro internazionale. Il Gruppo Fs italiane, sempre più coinvolto nello sviluppo del binomio vincente cultura e turismo, come official carrier di Matera 2019 offre un’ampia combinazione di mobilità integrata studiata per soddisfare le esigenze di quanti vorranno raggiungere la città dei Sassi”. C’è quindi l’elenco dello ‘sforzo’ messo in campo dalle società del Gruppo Fs per la capitale europea della cultura.

“In particolare Trenitalia offre ‘Freccialink’ – si legge nella scheda – servizio integrato treno bus che arriva a Matera con 6 corse al giorno: 2 nuove corse che uniscono dal 21 gennaio la città dei Sassi e Bari in connessione con i Frecciarossa che percorrono la direttrice Adriatica da e per Milano e Torino a cui si aggiungono i 4 storici che uniscono Matera a Salerno, in connessione con i Frecciarossa da e per Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Milano e Torino. Inoltre sono 26 i treni regionali che ogni giorno collegano Napoli, Salerno, Potenza e Taranto a Ferrandina – Scalo Matera, la stazione ferroviaria del Gruppo FS Italiane più vicina alla Città dei Sassi. Due i Frecciarossa tra Milano e Taranto che fermano a Ferrandina – Scalo Matera oltre che nelle vicine stazioni di Potenza e Metaponto a cui si aggiungono, sempre con fermata a Ferrandina -Scalo Matera, quattro InterCity della linea Roma – Taranto”.

Per quanto riguarda Rfi (Rete ferroviaria italiana) il Gruppo Fs ha realizzato “interventi per migliorare il comfort e il decoro degli spazi. A partire da gennaio 2019, la stazione di Ferrandina – Scalo Matera fa parte del circuito nazionale delle ‘Sala blu’ di Rfi. C’è quindi il servizio Nugo, l’app di Fs che anche in occasione di Matera 2019 permette di acquistare soluzioni di viaggio che integrano diverse modalità di trasporto: dal treno all’autobus e alla metropolitana, dal traghetto al car e bike sharing”. Anas, altro troncone del Gruppo Fs, per parte sua “sta completando gli interventi di adeguamento della strada statale 96 ‘Barese’, in particolare lungo la tratta Bari – Altamura per l’ammodernamento a quattro corsie, che completa il potenziamento del collegamento infrastrutturale tra Puglia e Basilicata. Migliorando così la connessione intermodale con i nodi ferroviari e aeroportuali dell’area metropolitana di Bari. Il nuovo itinerario interregionale Bari-Altamura-Matera è lungo più di 60 chilometri e, per quanto riguarda la tratta Altamura – Bari, comporta un investimento complessivo di 227 milioni di euro”.

Inoltre, il programma di Matera 2019 e i suoi principali appuntamenti saranno promossi sui canali di comunicazione di Trenitalia, a bordo dei treni e sui media del Gruppo FS italiane.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»