AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE toscana

Caldo e poi gelo, le piante sono andate in tilt. Coldiretti: A rischio coltivazioni da campo

FIRENZE – Dalla “finta primavera al rischio gelate”. Il brusco calo delle temperature passate in dieci giorni da 12 a 3 gradi con minime che sono scese sotto lo zero nelle ultime ore “sta mandando in tilt la campagna toscana”.

AlberiLo sottolinea Coldiretti Toscana che spiega: piante, fiori ed ortaggi “non ci capiscono più nulla: con le temperature che, all’inizio dell’anno avevano toccato anche i 17 gradi, l’attenzione per gli agricoltori è rivolta a verdure e ortaggi coltivati in pieno campo che stanno vivendo una condizione di stress anomala”. Si tratta della coltivazione all’aria aperta che, in Toscana, riguarda circa 9mila ettari. E’ qui che i sali e scendi della colonnina di mercurio mandano “in confusione il ciclo vegetativo“. Il timore maggiore è per le coltivazioni invernali “come cavoli, verze, cicorie, radicchio e broccoli. Ma, ancora più grave, sono in pericolo anche le gemme di piante da frutto i cui effetti saranno visibili sui raccolti”.

19 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988