Mondo

Cile, il conservatore Sebastian Pinera è il nuovo presidente


ROMA – Anche il Cile svolta a destra, segnando l’ennesima sconfitta dei governi di centrosinistra in America Latina. Il conservatore Sebastian Pinera, che ha guidato il Paese tra il 2010 e il 2014, quando lo scrutinio dei voti del ballottaggio non era ancora terminato, ha incassato l’ammissione della sconfitta da parte del candidato di centrosinistra, Alejandro Guillier.

In attesa dei risultati definitivi, al 90 per cento dello scrutinio, Pinera era saldamente in testa con oltre il 54 per cento dei voti, e nel quartier generale dell’ex presidente e’ scoppiata la festa.

Solo dieci anni fa, Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Cuba, Ecuador, Honduras, Nicaragua, Uruguay e Venezuela erano tutti governati dal centrosinistra. Poi le svolte elettorali in Argentina, Brasile e Paraguay, con la “rivoluzione bolivariana” in Venezuela duramente sotto pressione e bollata dalla comunita’ internazionale sul baratro di una dittatura.

18 dicembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»