Sanità

Icamp 2016, nuove tecnologie per il benessere della donna. Ecco il ringiovanimento vaginale

icamp_giuseppe-izzoROMA – Nuove tecnologie e uso dei laser in chirurgia estetica sono stati tra i temi di punta del Congresso Internazionale Icamp 2016, che si tiene dal 18 al 20 Novembre al Centro Congressi dell’Humanitas University di Rozzano, in provincia di Milano e che ha riunito circa 500 specialisti provenienti dall’Italia e dall’Estero. A coordinare i lavori il Presidente, Giuseppe Maria Izzo, e il Prof. Michele Carruba, Presidente Onorario. “Questo congresso è stato il primo di una nuova scuola, che cerca, senza essere in competizione con nessun’altra realtà italiana, di proporsi come innovativa nei contenuti e nella metodologia di apprendimento. Per questo abbiamo scelto di mettere a confronto relatori italiani e stranieri di primo piano: vogliamo trarre delle conclusioni importanti riguardo le nuove metodiche della medicina estetica”, osserva il presidente del Congresso Giuseppe Maria Izzo.

NUOVE TECNOLOGIE PER UN MAGGIORE BENESSERE DELLA DONNA

Nel campo della medicina estetica le nuove tecnologie hanno un ruolo preponderante. In tale occasione, specialisti italiani e stranieri hanno fatto il punto sulle più recenti novità: laser, led, radiofrequenza, il filler dei genitali femminili sono gli strumenti analizzati in questi giorni per capire come allargare la medicina estetica anche alla sfera più intima della donna. I laser oggi permettono di affrontare tutti i problemi cutanei, senza lasciare alcuna cicatrice o segno di ogni tipo. “I benefici che si possono ottenere da queste tecnologie sono infatti notevoli: queste intervengono come ausilio ai metodi tradizionali e danno vita a un’unione di tecniche e tecnologie con risultati rapidi e immediati- afferma la dottoressa Paola Tarantino, medico estetico e direttore della scuola Icamp- Il settore su cui maggiormente ci siamo concentrati è stato quello delle patologie della sfera genitale femminile: nel ringiovanimento vaginale i vantaggi sono non solo a livello estetico, ma anche a tutela della salute della donna. Dopo la menopausa, infatti, c’è il rischio di soffrire di secchezza, di atrofia a livello vaginale, mentre con questi nuovi laser è possibile dare una rigenerazione della mucosa e quindi ringiovanire la donna, che eviterà di soffrire di molti disturbi fino ad oggi irrisolti”. Così in un comunicato Icamp.

Oggi, infatti, grazie ai moderni laser è possibile rigenerare la mucosa, evitando una serie di disturbi intimi alla paziente, che può così vivere meglio la sua vita di coppia e non solo quella. Fino a poco tempo fa l’unica soluzione erano delle creme, inefficaci per superare le patologie connesse a questa secchezza. “La donna tiene sempre più al suo benessere intimo, non solo per la vita di coppia, ma anche per un’estetica personale- prosegue la Tarantino- Chiaramente sono soprattutto donne in menopausa appartenenti a ceti più abbienti coloro che ricorrono a questo tipo di trattamenti, ma recentemente il profilo del nostro paziente si è ampliato notevolmente, includendo anche altre fasce sociali, oltre a quelle donne più giovani che hanno un decadimento della mucosa a seguito di terapie ormonali. Oltre a tutti quei casi in cui è richiesto semplicemente un miglioramento estetico”. Il congresso Icamp è dunque anche l’occasione per un confronto tra chirurghi estetici, ginecologi e dermatologi, al fine di creare una sinergia indispensabile per l’interdisciplinarietà del tema.

LA MEDICINA ESTETICA E LA SUA IMPORTANZAicamp_paola-tarantino

“La medicina estetica non sta attraversando un momento di crisi, bensì è in lenta ma costante crescita- dichiara ancora il presidente Giuseppe Maria Izzo- L’intervento di chirurgia estetica non è più un fattore di moda, ma ormai è diventato parte integrante delle abitudini di tanti uomini e donne del nostro paese, di ogni età e classe sociale”. Nella crescita della medicina estetica, a giocare un ruolo di primo piano negli ultimi anni è stata proprio l’industria italiana: sia con le apparecchiature che con i cosmeceutici e i peeling chimici, infatti, le nostre imprese sono arrivate al livello delle corrispondenti straniere, fornendo ai medici di ogni paese qualità a costi non eccessivi, conclude Icamp.

18 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»