Elezioni, Giancecchi: “Grave attacco anonimo a fine campagna”

giancecchi_smSAN MARINO – “Trovo grave una notizia pubblicata oggi riguardante la mia persona usata strumentalmente, guarda caso proprio nell’ultimo giorno di campagna elettorale, per attaccare e denigrare il nome e l’immagine del Partito Democratico Cristiano Sammarinese che nulla c’entra con le vicende ivi richiamate”. Così Remo Giancecchi, candidato tra le file del Pdcs, replica in una nota alla notizia diffusa oggi sul quotidiano sammarinese “L’informazione” relativa alla denuncia di due anonimi imprenditori, rivolta nei suoi confronti, per non avere saldato presunti debiti dall’ammontare di 500 mila euro. “Il principio della correttezza- prosegue il candidato, riferendosi alla testata giornalistica che ha dato spazio alla denuncia- richiede che le accuse mosse contro di me da due anonimi imprenditori fossero almeno verificate con l’interessato prima di essere pubblicate”.

In riferimento poi a quanto riportato nell’articolo, “sono costretto a precisare- scrive Giancecchi- che la società Cosam, richiamata nell’articolo, è stata per la mia parte ceduta nel mese di aprile 2015, cioè un anno e mezzo fa, e il bilancio al 31 dicembre 2014 era un bilancio attivo”. Infine, dato che nell’articolo si cita anche l’indagine Conto Mazzini, “tutti sanno- conclude Giancecchi- che gli stessi inquirenti in fase istruttoria hanno già appurato la mia totale estraneità ai fatti, archiviando la mia posizione”.

18 Nov 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»