Per Natale 46 mila posti in più sugli aerei - DIRE.it

Sardegna

Per Natale 46 mila posti in più sugli aerei

Saranno 45.900 in più rispetto a quelli previsti dal decreto di imposizione degli oneri di servizio, i posti offerti sulle rotte della continuità territoriale per Roma e Milano nel periodo natalizio. È quanto deciso dal Comitato paritetico di monitoraggio convocato oggi dall’assessore dei Trasporti, Massimo Deiana. Nello specifico, sulla rotta Cagliari-Fiumicino, Alitalia metterà a disposizione dal 20 dicembre al 10 gennaio prossimi una capacità aggiuntiva pari al 37%.

Sulla Cagliari-Linate l’aumento di poltrone arriverà al 34%, 43% in più su Fiumicino-Alghero e +35% su Linate-Alghero. L’operazione della compagnia di bandiera corrisponde pertanto a 32.700 posti totali offerti, oltre quelli già indicati dalla norma. Sulle tratte da e per la capitale, nei giorni con maggiore afflusso di traffico, saranno messi in linea anche gli Airbus 330 con capacità di 250 posti.  Negli stessi venti giorni coincidenti con le festività di fine anno le rotte gestite da Meridiana godranno analogamente di un significativo incremento. Olbia-Linate conterà sul 33% di posti aggiuntivi, Olbia-Roma sul 40%. Si tratta di 6.600 biglietti supplementari messi in vendita su ciascuna tratta rispetto al minimo previsto dal decreto.

Il rinforzo sulla disponibilità di posti messo in campo alitalia ryanair aerei aeroportidai vettori “rappresenta un intervento importante- spiega Deiana– e auspichiamo risolutivo, in un periodo tradizionalmente caratterizzato da un consistente aumento della domanda”. Il titolare dei Trasporti ribadisce quindi che la Giunta è al lavoro per elaborare un nuovo modello di continuità territoriale aerea all’indomani dello stanziamento di 30 milioni di euro annunciato dal Governo Renzi.

“Sarà maggiormente garantito il diritto alla mobilità di tutte le categorie di passeggeri, senza discriminazioni nei periodi di grande afflusso, e sarà proposto un sistema più rispondente alle esigenze della Sardegna e dei sardi, in particolare riguardo ai meccanismi di attribuzione della capacità aggiuntiva e di prenotazione”, conclude l’assessore. “Dopo quasi due anni la Giunta degli annunci manda un comunicato al giorno, ma finora l’unico risultato ottenuto da Pigliaru & c. è la cancellazione della continuità territoriale 2, quella per le rotte minori”, ribatte il coordinatore di Forza Italia Ugo Cappellacci. “Se la Sardegna fa parte dell’Italia, la continuità territoriale e i trasporti sono questione nazionale e devono essere sostenuti totalmente con risorse nazionali”.

18 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»