AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

M5s, la provocazione di Saviano: “Mi candido a premier per tirarli fuori da situazione bulgara”

ROMA – Lo scrittore Roberto Saviano ha deciso di candidarsi a premier per il Movimento 5 stelle. La provocazione la spiega lui stesso su facebook: “Questa mattina mi sono svegliato con il desiderio di omaggiare Marco Pannella e la sua eterna capacità di sorprendere e sparigliare le polverose strutture della politica tradizionale. Nel 2007 si candidò alle primarie del Pd ma fu escluso perché non soddisfaceva i requisiti richiesti dal neonato Partito democratico. Ebbene, approfitto di questa sede per ufficializzare la mia candidatura a premier per il M5S“. Saviano rivela: “Lo faccio anche per trarre il MoVimento dall’impaccio di una situazione patetica per non dire bulgara. Per spezzare una lancia in mio favore, ammetto di non essere iscritto al MoVimento, ma condivido con Luigi Di Maio lo status di indagato per diffamazione (incidenti del mestiere). Votatemi!”.

ECCO PERCHE’ NON PUO’ FARLO

R. Saviano

Roberto Saviano manifesta l’intenzione di correre alle primarie del M5s, ma in base alle regole che governano le ‘primarie’ del M5s lo scrittore napoletano non puo’ candidarsi. Il regolamento prevede infatti che i soggetti candidabili debbano essere “iscritti al sito www.movimento5stelle.it” e “che, alternativamente abbiano esperito un mandato da portavoce nell’ambito di Consigli Circoscrizionali, Consigli Comunali, Consigli provinciali del Trentino Alto Adige, Consigli Regionali e del Parlamento Europeo, nonché quale Sindaco”, oppure, “qualora con il primo mandato in corso, abbia termine naturale del mandato entro il 28 febbraio 2018”. Oppure “siano stati eletti alla Camera ed al Senato in occasione delle consultazioni elettorali del 2013″. I candidati del M5s “non devono aver mai partecipato a elezioni di qualsiasi livello con forze politiche diverse dal MoVimento 5 Stelle” e non devono essere “mai stati iscritti ad alcun partito”.

LEGGI ANCHE: Di Maio balla da solo: è il ‘candidato unico’ alle primarie M5S

18 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988