Rockin'1000 a Firenze, con Vessicchio e Courtney Love

Giovani

Rockin’1000 a Firenze, con Vessicchio e Courtney Love

BOLOGNA – Era partito come una scommessa, una pazza idea fra amici buttata lì davanti a una birra: portare i Foo Fighters a suonare a Cesena. Dopo un video che ha fatto il giro del mondo, stregando Dave Grohl, leader della band americana, il Rockin’1000 è diventato molto di più che un sogno ad occhi aperti. E oggi è arrivato alla quarta edizione, con alle spalle un concerto da tutto esaurito allo stadio di Cesena, un disco live prodotto dalla Sony e un summer camp tra le montagne della Val d’Aosta.

Quest’anno il progetto fondato e guidato da Fabio Zaffagnini sbarca a Firenze, mettendosi di nuovo alla prova, ma questa volta con uno stadio più grande (l’Artemio Franchi) da riempire. I biglietti sono ancora disponibili. Il concerto è in programma sabato 21 luglio, ma i musicisti (quest’anno sono 1.500, compresa una sezione di fiati e una di percussioni) saranno già presenti allo stadio da domani, giovedì 18 luglio, per due giorni di prove.

Non mancheranno i vip tra i Mille, come il bassista di Jovanotti, Saturnino, o il chitarrista di Elio e le Storie tese, Cesareo, e Livio Magnini, chitarrista dei Bluvertigo, già presenti a Cesena due anni fa, insieme ai cantanti Alteria, Nevruz, Dolcenera e Noemi. Ma soprattutto ci sarà Courtney Love, già compagna del leader dei Nirvana Kurt Cobain e frontman delle Hole, che eseguirà dal vivo tre canzoni della sua band accompagnata dai 1.500 musicisti del Rockin’1000.

Inoltre, ci sarà un avvicendamento sul podio: quest’anno, per citare le migliori edizioni del Festival di Sanremo, “dirige l’orchestra il maestro Peppe Vessicchio“. Prenderà il posto di Marco Sabiu, che ha guidato le esibizioni del Rockin’1000 nei tre anni precedenti. E subito, il nuovo maestro ha voluto mettere un tocco personale, inserendo in scaletta un brano di Bach riarrangiato per l’occasione.

Non direi proprio di essere un rockettaro– ha confessato oggi Vessicchio, in conferenza stampa a Firenze- ma questo non mi impedisce di apprezzare i valori legati a questo tipo di musica. Il progetto Rockin’1000 mi ha immediatamente incuriosito e l’idea di trovarmi a confronto con centinaia di strumentisti amanti di questo genere mi ha provocato un involontario e spontaneo sorriso. Per sentirmi in sintonia con il linguaggio rock non ho cercato fronzoli, ho accettato subito. Oggi sono ancora più contento di questa adesione, perché ho potuto constatare che l’impegno di promulgazione di questi signori è degno di nota, anche per l’aspetto didattico nel quale insiste, per non parlare poi di quello sociale che anima e spinge l’intera iniziativa”.

Una parte del ricavato dell’evento sarà devoluta alla Comunità di San Patrignano. Il presidente Antonio Tinelli parla di “sintonia” col progetto Rockin’1000 e spiega che il ricavato sarà dedicato ad “attività di prevenzione proprio sul territorio toscano”.

Secondo Zaffagnini, “i tempi sono maturi per una grande città come Firenze e un grande palcoscenico come lo stadio Franchi. Ci aspettiamo una partecipazione italiana ed estera senza precedenti, lavoriamo incessantemente da mesi. Questa è davvero un’edizione speciale e per la prima volta condivideremo questa tappa con San Patrignano”. Inoltre, continua Zaffagnini, “sognavamo da tempo di assistere a un’esibizione dei Mille con una star internazionale, quindi quando Courtney Love ha accettato il nostro invito (attraverso la Fondazione Only the brave, ndr) ci siamo sentiti elettrizzati e onorati. Siamo sicuri che sarà un’esperienza indimenticabile”.

Leggi anche:

18 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»