AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Ciclisti vintage invadono l’Appennino per la “Storica”

bicicletta

BOLOGNA – Chi li vedrà passare non dovrà pensare di avere le allucinazioni: venerdì 3 e sabato 4 giugno le ‘montagne’ bolognesi si popoleranno di bici e ciclisti del passato‘. Quelli che, recuperati bici e anche abbigliamento d’antan (qualcuno esibirà anche dei vistosi baffi lunghi), si cimenteranno nella “Storica in Appennino“, prima edizione della corsa ciclistica d’altri tempi“: un salto nel passato (quello del Dopoguerra) e una ghiotta opportunità per assaporare cultura, natura e specialità enogastronomiche dell’Appennino. Le istituzioni locali hanno messo a punto un progetto che vuol essere capace di promuovere uno stile di vita e di benessere dedicato a donne e uomini di tutte le età e di valorizzare dal punto di vista storico, economico e culturale l’affascinante territorio dell’Appennino emiliano.

biciNe hanno parlato oggi, presentando l’iniziativa nella sede della Città metropolitana di Bologna, Massimo Gnudi, vicesindaco della città metropolitana di Bologna, Marco Tamarri, responsabile Turismo e Cultura Unione Comuni Appennino bolognese, Giancarlo Omoboni, presidente dell’associazione Atlante, e Claudio Pesci, presidente dell’associazione Fausto e Serse Coppi. “Storica in Appennino” vivrà una anteprima alle 19.30 di venerdì 3 con la Cena di gala nella suggestiva Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi (ingresso: 30 euro), con una colonna sonora composta da musiche anni ’50; qui i i “ciclisti” potranno conoscersi, guardare filmati, ammirare abbigliamenti e oggetti d’epoca e la bici del grande Fausto Coppi. La mattina successiva sempre a Rocchetta Mattei è fissata alle 8.30 la partenza “alla francese”, cioè a scaglioni (ognuno ‘scatta’ quando vuole): la corsa è “non competitiva” nel rispetto del Codice della strada e prevede due tipi di percorso a scelta con difficoltà variabile.

bici2Il primo percorso è quello Rosso: 85 chilometri interrotti da due soste per il riposo con degustazione di buoni calici di vino e dolci tipici a Borgo Pianello e a Castelluccio. L’altro è il verde: (53 chilometri) con un’unica sosta a Castello Manservisi di Castelluccio, sopra Porretta. Chiunque sia interessato a partecipare potrà iscriversi fino al 30 maggio online (http://www.storicainappennino.it) o sabato 4 giugno direttamente alla Rocchetta Mattei, presentandosi con un look d’epoca e bicicletta “vintage”. Sono previste le iscrizioni “Ultima ora solo sport” alla sola corsa (costo 15 euro più 5 per eventuale assicurazione) e l’iscrizione completa, all inclusive, a 65 euro più cinque per eventuale assicurazione.

Una parte della quota ricavata sarà devoluta all’associazione Atcom Onlus che si occupa di malattie cardiovascolari all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. E’ previsto anche un ‘vincitore’: non sarà chi arriva meglio in fondo, ma chi mostrerà meglio di interpretare lo spirito della manifestazione e lo stile anni ’50. E se non si possiede una bici d’altri tempi? Gli organizzatori hanno pensato anche a questo riservando 50 posti per quella che è stata chiamata sezione freestyle in cui si può partecipare usando biciclette d’oggi.

18 maggio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988