Grasso: "L'Europa vulnerabile in sicurezza, fragile in cultura" - DIRE.it

Europa

Grasso: “L’Europa vulnerabile in sicurezza, fragile in cultura”

pietro grassoROMA  – “La storia, e aggiungerei l’attualità, ci insegnano a temere chi costruisce la propria idea del mondo sulla base di un solo libro, che sia religioso o politico, o comunque di un pensiero unico e totalizzante”. Pietro Grasso, presidente del Senato, lo dice nella sua Lectio brevis svolta intervenendo ai ‘Dialoghi sulla sostenibilita’, una cultura per la societa’ dell’informazione’ in corso all’università di Roma La Sapienza.

“Vorrei proporre solo alcuni spunti a partire da alcune parole attribuite a Tommaso D’Aquino– dice Grasso- ‘timeo hominem unius libri‘, diffida dell’uomo di un solo libro. Come sapete sono varie le interpretazioni relative a questa espressione: quella sulla quale vorrei ragionare è la più letterale”. I recenti attentati che hanno scosso il nostro continente “indicano che siamo esposti a fenomeni complessi da controllare e gestire- dice il presidente del Senato- abbiamo il dovere di calibrare attentamente le reazioni e gli interventi, evitando di agire emotivamente come alcuni, sbagliando, vorrebbero. Gli attentati in Francia e Belgio hanno svelato la nostra vulnerabilità in termini di sicurezza ma soprattutto la fragilità della nostra cultura. Lo stesso si potrebbe dire per le difficoltà che stiamo riscontrando nel far fronte all’emergenza umanitaria che si consuma al largo delle nostre coste”.

18 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»