Tumore del rene, nel 60% dei pazienti è scoperto per caso

rene policistico

Il 60% dei casi di tumore del rene viene scoperto in maniera occasionale, in seguito a un semplice controllo per altri motivi. Una casualità che presenta conseguenze positive, perché in questo modo la malattia è spesso individuata in fase precoce e può essere curata con successo. Ma circa un quarto delle diagnosi avviene in stadio avanzato, con limitate possibilità di trattamento. Oggi però si stanno aprendo nuove opportunità per questi pazienti, grazie all’immuno-oncologia che rinforza il sistema immunitario contro il tumore. “Questo approccio innovativo, infatti- fanno sapere gli esperti- si è già rivelato efficace nel melanoma e in una neoplasia molto frequente come quella del polmone”.

Proprio per approfondire le potenzialità dell’immuno-oncologia nella terapia del tumore del rene, domani a Roma alle 11, presso il Centro Congressi Roma Eventi (in via Alibert 5A, Sala Raffaello) si terrà un media tutorial a cui partecipano, tra gli altri, il professor Sergio Bracarda, direttore del dipartimento oncologico dell’Azienda Usl 8 di Arezzo, e il professor Giacomo Cartenì, direttore dell’Oncologia Medica dell’Ospedale Cardarelli di Napoli.

18 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»