AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

Il lavoro in DIREtta – Le notizie dal territorio

lavoroIl mondo del lavoro e non solo. Ogni giorno in Italia il tema dello sviluppo economico, dei rapporti tra imprenditori e lavoratori assumono i contorni piu’ diversi.
Qui la ragione di ‘Lavoro in DIREtta’ lo speciale della Dire in collaborazione con i colleghi di Rassegna (www.rassegna.it).
Buona lettura (anche su www.dire.it).

 

CAF (RM), LAVORATORI PREOCCUPATI PER SCADENZA APPALTO
“I lavoratori di Caf, che svolgono attività di manutenzione per i treni della metropolitana, sono molto preoccupati per il loro futuro occupazionale, a seguito dalla scadenza dell’appalto avvenuta il 31 dicembre. Non avendo ricevuto risposte chiare e rassicurazioni in merito, chiediamo che tutti i soggetti coinvolti, Atac, Caf e assessorato ai trasporti del Comune di Roma, responsabilmente agiscano per trovare una soluzione positiva capace di garantire i livelli occupazionali e la professionalità acquisita”. Così, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio e le categorie della Fiom e della Filt territoriali.

SLC CGIL, 19/3 STATI GENERALI DELLA CULTURA A ROMA

Si svolgono giovedì 19 marzo a Roma gli Stati generali della cultura, organizzati da Slc Cgil nazionale e Slc Cgil Roma e Lazio. L’appuntamento è alle ore 10 presso la Casa del Cinema (largo Marcello Mastroianni 1). “Obiettivo dell’iniziativa – spiega un comunicato – è lanciare un ponte di interlocuzione con le associazioni datoriali, le principali imprese culturali del paese (Rai compresa) e le associazioni professionali, vista la totale latitanza, a tutt’oggi, delle istituzioni ai vari livelli (Stato, regioni e aree metropolitane) per comunicare l’urgenza di uscire da una situazione di crisi ed emergenza che dura da troppi anni”. Le conclusioni sono affidate a Massimo Cestaro (segretario generale Slc Cgil).

AUSER FILO ROSA, APERTO CENTRO ANTIVIOLENZE A LEGNANO (MILANO)

È stato inaugurato a Legnano (Milano) il Centro antiviolenza di Auser Filo Rosa. Il Centro (in via XX Settembre 30) è uno degli obiettivi previsti dal progetto Network Antiviolenza Ticino Olona, nato dall’accordo siglato da Regione Lombardia e Comune di Cerro Maggiore. È aperto martedì, giovedì e sabato dalle ore 9,30 alle 14; la reperibilità telefonica è garantita dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 20, ai numeri 348.3212482 e 348.3069895. “È possibile – spiega un comunicato – chiedere aiuto e sostegno contro violenza domestica su donne e minori, maltrattamenti fisici e psicologici, violenze sessuali, umiliazioni o divieti per la donna di incontrare amici e familiari, deprivazioni economiche. Oltre alle volontarie specializzate, Auser Filo Rosa mette a disposizione dell’utenza una psicologa, una counselor e un’avvocata. L’accesso al servizio è gratuito”.

APPALTI, IN VENETO COINVOLTI 150.000 LAVORATORI

Mercato degli appalti plurimiliardario, retribuzioni sulla soglia della povertà, diritti mozzati. La Cgil lancia una proposta di legge per la legalità ed il lavoro, un capitolo che in Veneto interessa 3.000 stazioni appaltanti pubbliche, oltre a quelle private, e quasi 150.000 lavoratori. Su questo tema la Cgil regionale ha organizzato una conferenza stampa che si svolgerà domani (19/3) alle ore 11.30 in via Peschiera a Mestre. Per arginare una deriva che, oltre ad episodi di corruzione, sta producendo sacche sempre più vaste di lavoro povero ed estremamente precario, la Cgil avanza una proposta di legge di iniziativa popolare basata su tre punti: la garanzia dei trattamenti dei lavoratori impiegati negli appalti privati e pubblici, il contrasto alle pratiche di concorrenza sleale tra le imprese, la tutela dell’ occupazione nei cambi di appalto. Proprio il 19 marzo sarà una giornata centrale per la campagna di raccolta delle firme a sostegno della proposta di Legge con iniziative in tutta Italia. Secondo stime sindacali, il sistema degli appalti pubblici e privati coinvolge circa il 10% della manodopera occupata in regione e vede annidarsi al proprio interno le più forti spinte al depauperamento del lavoro (ormai la media retributiva è al di sotto dei 1.000 euro mensili). Ad esemplificazione di quanto sta accadendo, interverranno alla conferenza stampa 3 lavoratori che racconteranno le loro vicende legate ai cambi di appalto, alle inadempienze delle aziende, all’illegalità e alle sue ripercussioni sui dipendenti.

NERVIANO (MI), PREOCCUPAZIONE LAVORATORI GRUPPO NMS

Il Coordinamento delle Rsu del Gruppo Nms, unitamente a Cgil, Cisl e Uil, ha convocato una conferenza stampa per il 20 Marzo (ore 15 presso la Sala del Bergognone del Municipio di Nerviano, piazza Manzoni 14) in relazione alla difficile situazione economico-finanziaria del Gruppo.

“Vogliamo puntare l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica sulle attività di ricerca e sviluppo realmente svolte dalle ricercatrici e dai ricercatori del Centro – si legge in una nota delle Rsu -, sfatare la rappresentazione passata in molti articoli pubblicati nelle scorse settimane di essere una struttura che divora soldi pubblici senza alcun obiettivo di interesse scientifico e di impatto sulla salute dei pazienti e ricordare che i contributi pubblici regionali sono sempre stati assegnati per progetti di interesse della Rete oncologica lombarda, in collaborazione con numerosi Irccs della Regione e mai a fondo perso”.

“Ci preme sottolineare – scrivono i lavoratori – che i 480 adetti del Centro in questi anni hanno lavorato, tra mille ristrettezze operative e con stipendi decurtati in modo significativo, per ricercare, sviluppare e produrre farmaci antitumorali che hanno dimostrato di essere efficaci nel trattamento di alcune forme tumorali e sono poi stati dati in licenza a società farmaceutiche straniere per proseguire lo sviluppo clinico che difficilmente il Centro avrebbe potuto sostenere da solo. Siamo molto preoccupati che in seguito alle polemiche per quanto apparso sulla stampa sulla gestione del Gruppo Nms possano esserci ricadute pesanti sulle attività del Centro con conseguenze anche occupazionali per i dipendenti”.

CGIL-CISL-UIL PUGLIA, 21/3 MANIFESTAZIONE REGIONALE A BARI

Si svolge sabato 21 marzo a Bari la manifestazione regionale di Cgil, Cisl e Uil “Per il lavoro, lo sviluppo, la qualità della vita in Puglia”. L’appuntamento è in piazza Prefettura. L’iniziativa intende porre all’attenzione la necessità di definire un nuovo “programma per il lavoro”, che metta al centro “la creazione di nuova occupazione, la qualità del lavoro, la qualità dell’istruzione e della formazione, la rapidità e l’imparzialità nell’assegnazione degli appalti, la diffusione della legalità”. La manifestazione sarà conclusa con gli interventi di Gianni Forte (segretario generale Cgil Puglia), Giuseppe Farina (segretario confederale Cisl) e Aldo Pugliese (segretario generale Uil Puglia).

18 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988