Effetto piccolo Alex, boom trapianti cellule staminali

Il 2018 è stato un anno da ricordare per i trapianti di cellule staminali emopoietiche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Effetto piccolo-Alex nel 2018, un anno da ricordare per i trapianti di cellule staminali emopoietiche. Sono stati infatti 848 quelli effettuati da donatore non consanguineo. E’ il dato più alto di sempre, rivela il report 2018 delle attivita’ del Centro Nazionale trapianti illustrato oggi al ministero della Salute.

Gli iscritti al registro Ibmdr sono stati 37.885 nel 2018, un aumento del 51,3% rispetto all’anno precedente. “La vicenda del piccolo Alex- commenta il ministro della Salute Giulia Grillo- e’ stato certamente uno dei momenti migliori dell’anno in cui gli italiani hanno potuto mostrare la loro solidarietà”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

18 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»