Berlusconi: “I comunisti erano preparati, il M5s no”

L'ex Cavaliere sommerso dall'affetto di centinaia di sostenitori in Sardegna: cori e applausi per lui dentro e fuori dal bar "Mariuccia" di Cagliari, famoso per le paste e i dolci
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Siamo sicuramente lontani dai numeri registrati da Matteo Salvini negli ultimi tour in Sardegna, ma l’isola non sembra aver perso l’affetto per Silvio Berlusconi. Questa mattina a Pirri, prima tappa del secondo giorno della visita in Sardegna a sostegno della candidata alle suppletive di Cagliari, l’azzurra Daniela Noli, l’ex Cavaliere è stato sommerso dall’affetto di centinaia di sostenitori, che tra cori e applausi si sono assiepati dentro e all’esterno del bar “Mariuccia”, famoso per le paste e i dolci.

Ricevo accoglienze così calorose in tutta Italia– le parole poi dell’ex Premier ai giornalisti- mi dà soddisfazione perché significa che molte delle cose fatte sono state apprezzate dalla gente comune. Ricordo che sono stato buttato fuori dalla politica attraverso porcherie, che con la politica non hanno niente a che fare”.

Anche oggi l’ex premier non ha risparmiato feroci attacchi al M5s: “Oggi l’Italia è governata da chi i voti se li è presi soltanto perché rappresentava qualcosa di nuovo, e gli italiani erano stanchi di governi non eletti. L’ultimo esecutivo eletto fu il mio. I grillini amano definirsi loro stessi comunisti di strada, ma hanno una mancanza assoluta di preparazione e competenza. Il partito comunista mandava persone al governo che conoscevano l’amministrazione pubblica, questi non sanno nulla e di fronte ai problemi improvvisano“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

18 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»