AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE toscana

Firenze, arriva il sito ‘pubblico’ per organizzare le vacanze, pure di lusso

FIRENZE – Nasce “destinationflorence.com“, il primo portale per la promozione del turismo di qualità a Firenze e la commercializzazione online. Il progetto, “unico in Italia“, è stato realizzato dal Firenze Convention Bureau che si è aggiudicato il bando pubblicato dal Comune nel 2015. Obiettivo aumentare i turisti ad alta capacità di spesa e la loro permanenza media in città, ampliando e diversificando l’offerta e creando un modello unico nazionale di commercializzazione online. Un progetto, spiega il sindaco Dario Nardella, “per riprendere in mano il controllo della promozione e commercializzazione turistica della nostra città”. Grazie al rapporto esclusivo tra Palazzo Vecchio e il Convention Bureau, “potremo sfidare i grandi player dell’online e mettere in campo azioni concrete come la guerra al turismo ‘mordi e fuggi’ e al ‘bagarinaggio’ lecito e regolare di ingressi nei musei, che spesso porta a biglietti con forte sovraccarico, a danno dei tanti turisti che vogliono visitare i nostri musei”. L’obiettivo è anche quello di, “decongestionare il centro storico, promuovendo e vendendo destinazioni che appartengono al territorio comunale e metropolitano. È la sfida che tutte le città d’arte devono lanciare”.

Una volta lanciata la piattaforma, gli fa eco l’assessore allo Sviluppo economico Giovanni Bettarini, “proveremo a governare i flussi lavorando su nicchie di mercato. La vera novità è che su un sito ‘a marchio pubblico‘, per la prima volta, diventa possibile organizzare il proprio soggiorno in città“. Il portale si rivolge a tre target principali di utenti: cittadini, turisti e studenti. La piattaforma Destination Florence monitorerà le presenze turistiche, le modalità di fruizione e gli orari nei luoghi più frequentati per conoscere nel dettaglio la provenienza dei turisti e le loro abitudini. All’interno del portale sarà possibile acquistare i biglietti per l’ingresso ai musei, a teatro, ai concerti o agli eventi sportivi. Ma anche biglietti aerei e ferroviari, tour guidati, servizi guide turistiche, pacchetti. Così come sarà possibile prenotare un taxi o un’auto con conducente. Per quanto riguarda le prenotazioni alberghiere, inoltre, è stato deciso di utilizzare uno strumento già accreditato che potrà essere disegnato ad hoc in base alle esigenze, “WebBookingPass”.

di Diego Giorgi, giornalista

18 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram