AUDIO | Aggressione all’on. Lapia (M5S), testimone: “Si è buttata”, la replica: “Ecco i referti”

Si tinge di mistero l’aggressione ai danni della deputata del M5s, Maria Lapia, diventata un caso nazionale. Ecco l'audio con la versione della testimone.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Si tinge di mistero l’aggressione ai danni della deputata del M5s, Maria Lapia, diventata un caso nazionale. In queste ore sta girando su whatsapp l’audio di una donna che avrebbe assistito all’episodio accaduto sabato nei parcheggi di un supermercato di Nuoro.

ASCOLTA L’AUDIO DELLA TESTIMONIANZA:

Secondo la testimonianza, ci sarebbe stato un battibecco tra Lapia e un uomo, accompagnato dalla madre anziana, iniziato alle casse. Tutto sarebbe nato dalla caduta di una bottiglia di Coca cola che, aprendosi, avrebbe schizzato i vestiti della parlamentare. A quel punto Lapia si sarebbe lamentata con la cassiera per la distrazione.

Da qui la discussione con l’uomo in fila alle casse, che probabilmente ha preso le difese della dipendente del supermercato. La deputata avrebbe detto, “Lasci i documenti, lei non sa chi sono io, non se ne vada, ho chiamato la Questura”. E avrebbe poi iniziato a filmare la scena con il cellulare, mentre l’uomo con la madre si avviavano verso l’auto parcheggiata.

Qui il diverbio è proseguito, davanti alla testimone oculare, che spiega nell’audio: “Ad un certo punto la signora anziana le ha toccato spalla (di Lapia, ndr), come per dire ‘smettila, ora hai rotto le scatole’. Lei prende e si butta a terra. Mi sono avvicinata perché pensavo fosse svenuta, si fosse sentita male. Lei mi ha detto: ‘Non ha visto che mi hanno aggredita?’. Poi è arrivata la polizia e ho spiegato che non era assolutamente vero che fosse stata aggredita e che non sapevo il motivo di quella scenata. È arrivata a simulare un episodio lipotimico, a buttarsi in terra, una cosa incredibile”. 

ECCO IL REFERTO MEDICO PUBBLICATO DALL’ON. LAPIA:

Non commento le gravi menzogne diffuse da organi d’informazione senza alcuna verifica sulla mia personaspiega Lapia sul suo profilo Facebook, pubblicando il referto medico– Bastava chiamarmi, come vuole ogni buona regola deontologica, ed avrei fornito il referto medico. Tutti possono leggere quello che ho subito. Il referto medico parla chiaro con una prognosi di 30 giorni ed un ‘trauma del torace con infrazione della sesta costa sinistra da riferita aggressione’. L’esame radiologico, poi, parla di ‘infrazione traumatica della sesta costa sinistra’. La violenza su qualsiasi persona è un atto aberrante e chi la sminuisce per squallidi giochi politici compie una doppia forma di violenza. Grazie a tutti quelli che mi stanno mostrando la loro vicinanza e solidarietà”.

 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»