Manifestazione pro Raggi in Campidoglio: tensione in piazza tra militanti e giornalisti

“Noi siamo stanchi di queste bugie, i giornali che diventano potere. La gente che sta qua comprava i giornali. Ora manco una copia piu'”

Condividi l’articolo:

ROMA – Con lo slogan ‘a testa alta’ sorretto da alcuni manifestanti è iniziato il presidio a sostegno della sindaca Virginia Raggi in Campidoglio. Davanti all’ingresso del Municipio si sono radunati i manifestanti che sostengono la pentastellata. In mano alcuni cartelli che ricordano l’attività intrapresa dal Municipio sui vari temi: dall’ambiente ai trasporti pubblici, dalla casa fino al bilancio.

“Cori Virginia, Virginia” precedono l’arrivo in piazza della sindaca. Ma in piazza del Campidoglio e’ tensione tra i manifestanti e i giornalisti. “Noi siamo stanchi di queste bugie, i giornali che diventano potere. Tutta la gente che sta qua comprava i giornali. Ora manco una copia piu'”, dice un sessantenne, tra i piu’ pacati.

Un altro alza la voce, all’indirizzo delle telecamere. “Il reddito di cittadinanza sarebbe assistenzialismo? Ma il finanziamento pubblico all’editoria che cazzo e’?”
Un operatore di una troupe televisiva invita i manifestanti a non intralciare il suo lavoro. “Lascia stare”, dice a un manifestante che gli abbassa la telecamera. “Non ci cascate, girategli le spalle cosi’ se la prendono nel culo…”, e’ l’invito a ignorare i giornalisti di un altro militante M5s. Dallo staff intervengono per rivolgere l’invito a mantenere la calma.

RAGGI ALLA PIAZZA: SENZA DI VOI SAREBBE DIFFICILE

“Senza il vostro supporto sarebbe difficile. E’ la nostra citta’. Dobbiamo metterci il cuore ma non solo quello. Sappiamo che voi siete con noi e questo non lo dimentichiamo”. Cosi’ Virginia Raggi ringrazia i manifestanti a piazza del Campidoglio. La sindaca posa poi sotto la scritta “A testa alta”.

Leggi anche:

17 Nov 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»