Madrid ammette: "La mente degli attentati di Barcellona era un nostro informatore" - DIRE.it

Europa

Madrid ammette: “La mente degli attentati di Barcellona era un nostro informatore”

ROMA – L’imam Abdelbaki Es Satty, ritenuto la mente degli attentati di Barcellona e Cambrils del 17 agosto, era stato un informatore dei servizi segreti spagnoli: la notizia, diffusa dal quotidiano ‘El Pais’, è stata confermata dai servizi segreti di Madrid.

L’intelligence aveva contattato Es Satty una prima volta durante un periodo di detenzione a Castellon, dove l’imam era stato incarcerato per traffico di droga nel 2014.

I servizi non hanno chiarito quanto tempo sia durato il rapporto di collaborazione né se Es Satty sia stato pagato. L’imam è morto il 16 agosto, nell’esplosione di un’abitazione usata dal commando per preparare gli attentati.

17 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»