Derby Roma-Lazio, ecco il piano per la sicurezza

ROMA – Garantire un’atmosfera di festa per uno dei derby più competitivi degli ultimi anni assicurando la sicurezza con 15 nuclei di pronto intervento per la gestione delle folle e 35 pattuglie della Polizia, tutti dislocati nella zona dello stadio. Bonifica delle aree verdi limitrofe alla ricerca di armi o oggetti atti ad offendere. Queste alcune delle azioni messe in campo questa mattina durante una serie di incontri di pianificazione per il derby tra il Questore Marino con il direttore generale della Roma Mauro Baldissoni ed il presidente della Lazio Claudio Lotito.

L’attività di prevenzione partirà già dalla serata di oggi con il presidio delle zone del centro storico normalmente frequentate dai tifosi ed una capillare attività di controllo del territorio. Un focus informativo della Digos servirà ad aggiornare ora per ora i servizi di sicurezza fino alla fine del derby.

Da domani mattina il centro operativo si sposterà allo stadio olimpico dove sono allestite 4 aree di sicurezza all’interno delle quali opereranno 15 nuclei di pronto intervento per la gestione delle folle e 35 pattuglie con i colori della Polizia di Stato pronti a fornire assistenza informativa per indirizzare sugli itinerari corretti. Anche in questa occasione, ai tifosi romanisti, è richiesto di arrivare allo stadio dalla direttrice piazzale Clodio, ponte della Musica e ponte Duca D’Aosta, mentre ai laziali è raccomandata la direttrice di afflusso Ponte Milvio/Tor di Quinto.

Tutte le aree verdi intono alla stadio saranno bonificate già da questa notte, mentre 2 fotocellule dei Vigili del Fuoco illumineranno, durate l’afflusso le arre golenali del Tevere. Una pilotina della Polizia di Stato pattuglierà invece lo specchio d’acqua.

17 Nov 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»