Politica

Pli, Andrea Bernaudo nominato responsabile area metropolitana di Roma

bernaudoROMA – Si sono riunite le direzioni congiunte regionale e provinciale del Pli del Lazio e di Roma. Su proposta dei rispettivi segretari, Claudio Vitali e Massimiliano Giannocco, al fine di rafforzare la struttura organizzativa territoriale del partito, Andrea Bernaudo è stato nominato responsabile per l’area metropolitana romana, con l’obiettivo di una più capillare penetrazione principalmente nelle periferie della Capitale e nei Comuni circostanti. Bernaudo svolgerà il proprio incarico in stretta collaborazione con la segreteria provinciale e con quella romana e potrà costituire un apposito gruppo di lavoro per la migliore riuscita del compito che gli è stato affidato.

Il segretario regionale Claudio Vitali nel corso della riunione ha dichiarato: “Mi congratulo e faccio gli auguri a Bernaudo, ed esprimo grande soddisfazione per questa importante nomina. Da oggi l’impegno liberale di Bernaudo, che quotidianamente si batte per la difesa e l’affermazione delle libertà economiche ed i diritti dei contribuenti italiani, diverrà uno dei punti qualificanti del partito. A partire dall’area metropolitana di Roma, inoltre, con la collaborazione di Bernaudo puntiamo ad accrescere il nostro radicamento e la nostra azione sul territorio”.

Andrea Bernaudo ha accettato la proposta del Pli e ha dichiarato: “Ringrazio il Pli per questa opportunità e sono davvero onorato, qui mi sento finalmente a casa. Per chi fa politica come me, con passione e spirito di servizio, è fondamentale militare in un partito nel quale ci si puó riconoscere sotto ogni punto di vista. Nel rispetto di tutti gli organi locali e in armonia con la dirigenza nazionale darò il mio contributo per rilanciare con forza l’azione del partito nel territorio. Il Pli è la casa di tutti i liberali, una casa che intende aprire le proprie porte”.

“A partire dall’area metropolitana di Roma- ha aggiunto- intendiamo invitare ed aggregare tutte le donne e gli uomini d’ispirazione liberale. Per chi, come me, non riesce più a riconoscersi in altri partiti che, nel corso degli ultimi decenni, hanno impugnato la nostra bandiera liberale solo a ridosso delle campagne elettorali per conquistare il consenso, per poi puntualmente deludere le aspettative e tradire le promesse, a tutte queste persone dico venite nella vera casa dei liberali, venite nel Partito liberale italiano”.

17 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»