Manovra, Boeri: “Condono devastante, per pensioni 140 mld in 10 anni”, M5S: “Vergogna”

ROMA – Il “condono tributivo” previsto in manovra ha “un doppio effetto: non soltanto sulla raccolta contributiva, ed è un effetto negativo nell’aspettativa che genera perchè si pensa che prima o poi ci sarà un condono, ma ha un effetto sulla spesa, sui servizi che noi dobbiamo prevedere”, anche sul versamento agevolato dei contributi”. Lo dice il presidente dell’Inps, Tito Boeri, in commissione Lavoro alla Camera nel corso di una audizione.

Insomma, ha “un effetto devastante sui conti del nostro istituto”. E ha “già avuto un effetto sulla nostra riscossione, è stata inferiore rispetto alle attese”, annuncia.

BOERI: COSTO MISURE SU PENSIONI 140 MLD NEI PRIMI 10 ANNI

Le misure sulle pensioni previste in manovra hanno un costo “il primo anno di 7 miliardi, che poi salgono a 11,5 miliardi nel 2020; quasi 17, un punto di pil, nel 2021. I primi dieci anni i costi di queste misure sono di circa 140 miliardi in più”. Lo dice il presidente dell’Inps, Tito Boeri, in commissione Lavoro alla Camera nel corso di una audizione.

“Abbiamo fatto anche valutazioni sul debito implicito, una misura sintetica che guarda cosa succede nel corso del tempo, le nostre stime dicono che fino al 2046 ci sarà un forte incremento del deficit previdenziale che arriverà intorno ai 400 miliardi di deficit aggiuntivo con un impatto sul debito implicito intorno ai 117 miliardi”, conclude.

M5S ATTACCA BOERI ALLA CAMERA: FA IL POLITICO, VERGOGNA

E’ una “vergogna”. Il presidente dell’Inps ha dato “un giudizio politico” su ‘quota 100’ e questo è “intollerabile”. Così Davide Tripiedi, deputato M5s, attacca frontalmente Tito Boeri in commissione Lavoro a Montecitorio dove il vertice dell’Istituto è stato convocato per il seguito di una audizione.

Tripiedi lamenta che, nella audizione della scorsa settimana, sulla proposta di legge che riguarda il taglio sulle pensioni d’oro, Boeri abbia fatto delle considerazioni su quota 100. Un inciso definito “fuori tema” per i deputati M5s.

17 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»