Scontro Governo-sindacati su manovra; Bagarre al Senato, protesta M5s; Renzi parte col treno del Pd - DIRE.it

Politica

Scontro Governo-sindacati su manovra; Bagarre al Senato, protesta M5s; Renzi parte col treno del Pd


Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia Dire:

MANOVRA, SCONTRO TRA GOVERNO E SINDACATI

E’ durata meno di 24 ore la tregua tra sindacati e governo sulla legge di bilancio, approvata ieri dal Consiglio dei ministri. Per Susanna Camusso della Cgil la manovra favorisce la rendita e mantiene lo status quo. A stretto giro la risposta del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan: “Che legge ha visto Camusso?”, si chiede il titolare del Tesoro spiegando che prevede “risorse per gli investimenti e per i giovani, e dà una scossa alla crescita”.

BAGARRE AL SENATO: LA PROTESTA DEI M5S

La sindaca di Torino Chiara Appendino indagata per falso in atto pubblico sul bilancio cittadino. “Sono assolutamente serena e pronta a collaborare con la magistratura”, ha detto Appendino. Intanto nel pomeriggio plateale protesta del Movimento Cinque Stelle al Senato sul calendario dei lavori. Il partito di Beppe Grillo chiede che si voti subito il taglio ai vitalizi.

RENZI IN TRENO: PORTO IL PD TRA LA GENTE

Due mesi in giro per l’Italia per “ascoltare con umiltà il Paese e prendere appunti”. Matteo Renzi sale sul treno del Pd e parte per un viaggio di circa due mesi che le porterà in oltre cento province. “Voglio stare lontano dal chiacchiericcio del Transatlantico- dice nel corso della prima giornata che si snoda tra Lazio, Umbria e Marche- voglio riportare il Pd tra la gente”. Nel corso delle tappe, il treno porterà Renzi a incontrare associazioni, militanti, imprese, lavoratori.

ALFANO-LORENZIN: FARE DI PIU’ PER IL WELFARE

“Avevamo detto di voler essere le sentinelle anti tasse nel governo. L’impegno e’ stato mantenuto”. Sono le parole di Angelino Alfano, ministro degli Esteri e leader di Alternativa popolare, che ha così commentato la legge di bilancio. La ministra della Salute, Beatrice Lorenzin confida inoltre che nel corso del passaggio parlamentare della manovra si possa fare molto di più per il welfare, soprattutto per la famiglia e i figli.

5 MILIONI GLI ITALIANI EMIGRATI ALL’ESTERO

Sempre più italiani vanno all’estero: 5 milioni si sono trasferiti in Europa e nel mondo, con un aumento del 3,3% in un solo anno. La fondazione Migrantes della Cei fotografa l’Italia che emigra. Aumentano in particolare i giovani: nel 2016 se ne sono andati in 48.600. Ormai l’8,2 per cento degli italiani vive fuori dai confini nazionali. In 124mila sono partiti l’anno scorso, +15,4%. Piu’ della meta’ degli italiani residenti all’estero viene dal meridione e dalle isole.

17 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»