Disabilità, Renzi: “Aumenteremo il fondo per non autosufficienza”

 

disabiliFIRENZE – “La mia presenza qui e’ finalizzata, soltanto, a dire la grande attenzione, la grande importanza che per il governo riveste questo mondo, che e’ un mondo di nostri connazionali, concittadini che affrontano difficolta’ doppie nella vita quotidiana e che devono essere non accompagnati o aiutati o essere messi in condizione di avere i propri diritti di cittadinanza come tutti, piu’ di tutti”. Sono le parole del presidente del Consiglio Matteo Renzi, oggi in visita alla conferenza nazionale sulla disabilta’. -“Ci sono tante storie molto belle e anche tante storie di grande difficolta’ – ha detto il premier – noi abbiamo stabilizzato il fondo per la non autosufficienza, noi abbiamo fatto la legge sul ‘dopo di noi’, abbiamo fatto la legge sul terzo settore, i decreti legislativi li faremo insieme all’associazionismo, non calati dall’alto.

Abbiamo investito molto su alcune tematiche particolari come lo sport paralimpico, alla legge sull’autismo, anzi fatemi fare un abbraccio a tutti gli atleti che continuano a vincere medaglie d’oro a’ go-go a Rio De Janeiro, toccando ferro per stasera che e’ la giornata dell’atletica. Ma credo che sia importante accanto al lavoro che stiamo facendo dimostrare che siamo anzitutto compagni di strada, ecco perche’ ho preferito essere qua senza fare discorsi, ma semplicemente venendo a salutare il Comune di Firenze, la Regione Toscana, l’assessore Funaro, l’assessore Saccardi e naturalmente il ministero per il lavoro che svolge”: Poi Renzi si e’ soffermato a visitare la mostra di Francesco, ragazzo disabile, dicendo: “E’ una mostra che sprigiona entusiasmo ed energia, ho scritto nella dedica che se avessimo la stessa forza che ha Francesco per vincere gli ostacoli, sarebbe un passo avanti nel vincere noi gli ostacoli della burocrazia che spesso riguardano questo settore. Quello che voglio dire e’ che queste tematiche non sono da addetti ai lavori come troppo spesso si e’ creduto.

Quando uno fa l’amministratore locale, l’assessorato al Sociale e’ quello che ha piu’ difficolta’, pieno di tecnicismi. Queste tematiche sono le tematiche che danno il senso di una comunita’ e, quindi, sono fondamentali. Io sono qui per dire che il tema della disabilita’, come abbiamo fatto per il ‘dopo di noi’ e per le altre leggi approvate, e’ per il governo della Repubblica un pilastro. E non e’ una roba per addetti ai lavori. E credo, anzi che nella legge di stabilita’ riusciremo ad aumentare anche se di poco il fondo per la non autosufficienza di un altro scatto. Un passettino alla volta arriviamo dappertutto come Francesco”.

(www.redattoresociale.it)

17 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»