Pastori scendono in piazza, in 5000 a Cagliari - DIRE.it

Sardegna

Pastori scendono in piazza, in 5000 a Cagliari

imgCold2

CAGLIARI – C’è il presidente nazionale di Coldiretti, Roberto Moncalvo; c’è il viceministro dell’Agricoltura, Andrea Olivero; è atteso l’intervento del governatore sardo Francesco Pigliaru. Ma ci sono soprattutto loro: i pastori sardi, accompagnati da allevatori, coltivatori e trasformatori. Sono arrivati in 5.000 a Cagliari da tutta la Sardegna per la grande manifestazione promossa da Coldiretti alla Fiera del capoluogo regionale.


Una mobilitazione nazionale, quella di Coldiretti, nata con l’obiettivo di difendere i prodotti italiani e che in Sardegna sposa in pieno le ragioni della protesta dei pastori: il taglio anche del 30% del prezzo del latte rispetto all’anno scorso e l’invasione di formaggi “stranieri”, spesso spacciati come sardi. All’interno degli spazi della Fiera, fuori dal capannone dove si succederanno gli interventi (è atteso un confronto tra Pigliaru e Olivero) è stata allestita una caldaia per la preparazione del vero pecorino, insieme alla prima mostra del falso pecorino nel mondo con esempi provenienti da tutti i continenti.


di Andrea Piana, giornalista

17 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»