Jo Cox era minacciata da mesi. Killer sostenitore neonazisti Usa

joanne coxROMA – Era stata minacciata più volte negli ultimi mesi Jo Cox, la deputata laburista che ieri è morta in seguito ad un’aggessione in strada da parte di uno squilibrato. Le forze dell’ordine, a cui la donna aveva presentato denuncia per le minacce, stavano valutando di rafforzare la protezione della deputata, in particolare in occasione pubbliche, ma non si erano ancora attivati. L’aggressore arrestato, Thomas Mair, sarebbe un sostenitore di National Alliance, un movimento politica neonazista e razzista americano.

LEGGI ANCHE:

17 Giu 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»