Harry e Meghan, il 17 maggio su TV8 programmazione dedicata ai promessi sposi

Costume e Società

Harry e Meghan, il 17 maggio su TV8 programmazione dedicata ai promessi sposi

ROMA – Manca ormai pochissimo alle nozze reali, quelle tra il principe Harry d’Inghilterra e Meghan Markle, che avranno luogo sabato 19 maggio nella Cappella di St George, al castello di Windsor. Una favola moderna quella dell’attrice americana, dalla famiglia problematica, e del reale inglese ribelle che sta appassionando il mondo intero e a cui TV8 ha deciso di dedicare gran parte della programmazione del 17 maggio. A partire dalle 16 saranno numerosi gli appuntamenti dedicati ai promessi sposi: si inizia con il film “When Sparks Fly – Dove rimane il cuore” , una commedia romantica che vede come protagonista proprio l’attrice americana. Seguirà alle 17.45 lo speciale di “Vite da Copertina” dedicato ad Harry e Meghan. Alle 21.25 andrà quindi in onda “Meghan Markle: An American Princess” un documentario sulla vita della futura sposa prima dell’incontro con il reale inglese. Tra le voci scelte per narrare la storia della prima americana a sposare un Windsor dal 1937, ci sarà anche il noto giornalista e personaggio televisivo britannico Piers Morgan che racconta come la famiglia reale aveva un preciso ideale di sposa per il principe Harry: doveva essere bianca di origini inglesi, dell’alta borghesia, una ragazza di classe con una certa istruzione, capace di soddisfare tutte le caratteristiche della moglie di un reale. Infine alle 23.15, il documentario “Lady D. – Le verità nascoste”, ritratto dalla compianta amatissima Diana che racconterà i suoi due volti, quello pubblico e quello privato.

Leggi anche

Lady Diana, sono passati vent’anni dalla scomparsa

Un po’ d’Italia al matrimonio di Harry e Meghan, i confetti vengono da Sulmona

Meghan Markle dice addio ai social network

Ti potrebbe interessare:

17 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»