Emilia Romagna

Ascom porta sfogline, fornai e chef a Madrid dalle Due torri

tortellini_sfoglina_pasta

BOLOGNA – E’ il primo esperimento di “export del terziario” bolognese in Spagna, e porta 80 tra chef, sfogline, pasticceri, panettieri, ma anche imprenditori di vari settori merceologici a Madrid. In occasione della festa della Repubblica, il 2 giugno, infatti, Ascom nell’ambito del suo settantesimo compleanno, organizza una missione di qualche giorno nella capitale iberica per una serie di iniziative per promuovere Bologna, la sua cucina, i suoi piatti, i prodotti enogastronomici, e non solo. Una nutrita delegazione di imprenditori (37 in tutto), accompagnati dall’associazione e da Bologna Welcome, saranno infatti in città per diversi appuntamenti, tra i quali gli incontri con potenziali partner e con la stampa spagnola.

madrid-1Il clou dell’iniziativa è il 2, all’Ambasciata italiana, con una mega cena per 2.000 ospiti, messa in tavola da cinque ristoratori bolognesi (Diana, Biagi, Cantina Bentivoglio, Franco Rossi, Antica trattoria del cacciatore), assieme a chef, sfogline, pasticceri e panificatori, che presenteranno un menù tutto bolognese. Cioè lasagne, tortellini in brodo, gramigna alla salsiccia, garganelli agli asparagi, galantina, friggione, spuma di mortadella, tra gli altri piatti. Toccherà invece al campione del mondo di pasticceria, Gino Fabbri, preparare la zuppa inglese, le ravioline e la torta di riso, oltre che una torta ‘scultura’ che rappresenterà la città delle Due torri. Le leccornie saranno annaffiate da vini dei colli bolognesi e dal classico amaro Montenegro. Alla cena ci saranno anche imprese italiane che lavorano in Spagna e aziende spagnole potenziali partner di quelle bolognesi. Durante il ricevimento sarà proiettato il video promozionale di Bologna Welcome e alla stampa spagnola sarà consegnato materiale informativo.

ascom_madrid“Da presidente di Ascom e dell’aeroporto di Bologna sono sicuro che si tratta di una grande opportunità per esportare il nostro terziario e le nostre imprese, tra l’altro in una delle città meglio collegate con nostro scalo”, dice Enrico Postacchini, che stamane presenta la missione madrilena assieme ad alcuni dei collaboratori e gli sponsor dell’iniziativa (tra cui Cofiter, Emilbanca, Tecnogym, Maserati, Caab). Accanto a lui il presidente della federazione ristoratori Ascom Bologna Eros Palmirani, quello di Fedeagromermati Valentino Di Pisa e il direttore di Ascom Giancarlo Tonelli. “Questo impegnativo appuntamento porta Bologna e la sua economia a Madrid per un importante evento internazionale, che nel passato ha visto rappresentati territori italiani, come l’Umbria”. Di certo, conclude, “la nostra città ha una vocazione europea per il turismo e l’università e l’idea è di replicare questa esperienza in altri paesi europei”.

di Angela Sannai, giornalista professionista

17 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»