AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE toscana

Pronti 130 milioni per green economy ed edilizia sostenibile

tetto fotovoltaico“Non c’è dubbio che le linee generali sulla green economy e su uno sviluppo compatibile con la salvaguardia ambientale stanno tutte dentro al nuovo Paer che e’ stato approvato lo scorso febbraio dal Consiglio regionale. Oltre che in una serie di strumenti e di misure che la Regione ha messo a disposizione sia delle imprese che dei soggetti privati sia anche dei soggetti pubblici. A titolo esemplificativo ricordo che abbiamo destinato 130 milioni nel Fesr nella prossima programmazione, proprio per aiutare le imprese verso uno sviluppo sostenibile”. Lo ha dichiarato la vice-presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi intervenendo all’inaugurazione della seconda edizione di Klimahouse Toscana, il festival sul risanamento e sull’efficienza energetica nel settore dell’edilizia in corso alla stazione Leopolda dal 17 al 19 aprile.

“Abbiamo investito 2,8 milioni di euro su un fondo di garanzia- ha aggiunto- per prestiti per l’efficientamento energetico delle abitazioni. C’e’ un accordo col Cet che investira’ sulle procedure d’appalto circa 150 milioni di euro proprio finalizzati ad interventi di questo genere, oltre a 10 milioni di euro sull’asse urbano dei fondi europei, destinato questa volta ai soggetti pubblici che vogliano orientarsi verso l’efficientamento energetico”.

Oltre a questo, esiste anche “un protocollo d’intesa fatto dall’assessore Bobbio sull’abitare mediterraneo, quindi su sperimentazioni e su nuove tecnologie per costruire in modo diverso, utilizzando molto legno e anche sistemi energetici ed energie rinnovabili. Quindi, direi un impegno forte da parte della Regione Toscana che continua e deve attraversare un po’ tutte le politiche, comprese quelle di cui mi occupo, penso alle politiche per la casa”.

Da assessore al Comune di Firenze a Saccardi e’ capitato di tagliare il nastro agli edifici in legno in via Guidoni. Mentre, da assessore regionale “abbiamo fatto una delibera per la realizzazione di nuovi alloggi popolari, senza consumare nuovo suolo ma utilizzando cio’ che e’ gia’ stato costruito e acquistando l’invenduto.

Sono tutte politiche che riguardano l’ambiente, che attraversano varie parti delle politiche della Toscana: le politiche della casa, l’innovazione, l’ambiente”.

17 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram