Cinema, Zingaretti: "Prodotte 344 opere. 11 film ai David di Donatello" - DIRE.it

Lazio

Cinema, Zingaretti: “Prodotte 344 opere. 11 film ai David di Donatello”

ROMA – Approvato l’elenco dei beneficiari per il 2018 dell’annuale fondo cinema con cui la Regione Lazio sostiene, attraverso la concessione di sovvenzioni, la produzione di opere cinematografiche e audiovisive italiane, europee e straniere, realizzate in tutto o in parte sul territorio regionale e riconosciute come prodotto culturale. Con i 9 milioni di euro del fondo la Regione Lazio sostiene 344 opere di cinema e audiovisivo, tra cui film, fiction, documentari, corti e serie web, opere per ragazzi ed esordienti, di ricerca e sperimentazione, crossmediali e di animazione. Scopo del fondo e’ rendere il Lazio un sito privilegiato di attivita’, forza lavoro, location, postproduzione, studi, per tutte le societa’ di produzione. Tra le opere che beneficiano del fondo regionale ci sono 11 film candidati alla 62esima edizione dei Premi David di Donatello: Ammore e Malavita, Nico, Brutti e cattivi, Cuori puri, Easy, I figli della notte, Sicilian ghost story, Una questione privata, Fortunata, Evviva Giuseppe, Pazzo & bella, per un totale di 44 candidature che coinvolgono registi, attori, sceneggiatori, scenografi, fotografi, montatori, truccatori, acconciatori, fonici, musicisti, etc.
In questi anni- commenta il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti- la Regione ha investito a sostegno del settore del cinema e dell’audiovisivo circa 102 milioni di euro. I finanziamenti hanno premiato interventi a favore della produzione, delle manifestazioni e delle strutture cinematografiche. Uno strumento importante per le nostre politiche e’ stato il fondo regionale annuale con cui abbiamo sostenuto fino a oggi oltre 1.300 opere, a cui si aggiungono le ultime 344. Anche quest’anno la selezione delle candidature dei David illumina i nostri sforzi: ben 44 candidature appartengono a 11 film che la Regione sostiene con il fondo”.

17 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»