AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE veneto

Per tutelare costa veneta servono 51 mln, “Galletti rispetti impegni”

spiaggia_bue marino_sardegna

VENEZIA – Ci vogliono 51 milioni di euro per realizzare il programma previsto dallo studio dettagliato per la tutela dei 160 chilometri di coste venete, presentato questa mattina in commissione ambiente del consiglio regionale veneto. “Si tratta di iniziative serie e ci aspettiamo l’impegno pubblicamente preso a Bibione pochi giorni fa dal Ministro dell’Ambiente Galletti, che ha promesso finanziamenti per questo tipo di opere”, dichiara l’assessore all’ambiente, Giampaolo Bottaccin. Lo studio, realizzato dall’Università di Padova su richiesta della Regione, ha suddiviso la costa veneta in venti celle per ciascuna delle quali è stato valutato il trend evolutivo degli ultimi anni e sono state evidenziate le criticità fornendo un quadro generale basato su misure, rilievi e calcoli omogenei per tutta la regione, utile ad una strategia unitaria di pianificazione degli interventi da effettuare.

Nella prima parte dello studio sono stati analizzati il moto ondoso, la subsidenza, il trasporto solido litoraneo e fluviale, il rischio di allagamento costiero e le modifiche dovute ai cambiamenti climatici. La seconda parte invece è dedicata agli interventi di difesa e al piano di gestione di durata decennale. Le zone di maggiore criticità su cui si dovrebbe intervenire prioritariamente sono il tratto costiero di Cortellazzo, Pellestrina e nel delta del Po la zona antistante la Sacca di Scardovari. Nove milioni all’anno serviranno poi per la manutenzione, ma prima il piano va realizzato.

di Fabrizio Tommasini, giornalista

17 marzo 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988