Puglia

Ilva. Galante (M5S) a Emiliano: “Tuteli salute tarantini, pugliesi hanno eletto lui, non Renzi”

taranto ilvaBARI – Martedi in Consiglio regionale il Presidente Emiliano rispondendo ad una interrogazione sistema di allerta ‘wind days’ presentata dal consigliere del M5S, Marco Galante, ha dichiarato che “Il dato oggettivo è che a Taranto si continua a morire per inquinamento: sono a rischio i lavoratori, sono a rischio i cittadini  ed è per questo che i tarantini non possono più aspettare il Governo Renzi”.

   Interviene in merito il consigliere pentastellato di Ginosa: “I tarantini- dichiara Galante- non possono più aspettare né Renzi, né Emiliano, né nessun altro politico del PD, un partito che finora ha pensato solo alla salute delle banche. Le dichiarazioni di Emiliano sono di per sé inaccettabili dal momento che da un lato ammette la pericolosità di quella fabbrica e dall’altra se ne lava le mani scaricando le responsabilità sul governo guidato dal suo stesso partito”.

   “Proprio lui – prosegue – che ha fatto una campagna elettorale affermando che “se si fosse dimostrato che l’ILVA è incompatibile con la salute dei tarantini, l’avrebbe chiusa”: quanti altri morti servono al presidente della Regione? Emiliano ha il dovere di tutelare la salute dei pugliesi e lo può fare iniziando a creare un’alternativa di sviluppo e occupazione sul territorio”.

   “Non c’è bisogno di aspettare il Governo o la magistratura. I cittadini- conclude- hanno bisogno di un governo regionale che si prenda le proprie responsabilità per realtà come quella dell’ILVA di Taranto o della Centrale Enel di Cerano: si convochi subito una commissione regionale per creare da subito un’alternativa e vigilare sul processo di acquisizione in corso”.

17 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»