AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE marche

Garanzia giovani, presentato dossier statistico

L'incontro per presentare i primi risultati di Garanzia giovani

L’incontro per presentare i primi risultati di Garanzia giovani

ANCONA – “La Regione continua ad investire nel capitale umano ponendo al centro dell’attenzione i giovani da inserire all’interno dei siti produttivi”. Lo ha confermato  “La Regione continua ad investire nel capitale umano ponendo al centro dell’attenzione i giovani da inserire all’interno dei siti produttivi”. Lo ha confermato l’assessore al Lavoro, Marco Luchetti, nel corso dell’incontro per presentare i primi risultati del programma Garanzia Giovani, avviato nel maggio scorso.

Dal dossier, curato dall’Osservatorio del Mercato del Lavoro della Regione, in collaborazione con l’Area “Studi e Ricerche” di Italia Lavoro SpA, emerge l’importante risposta al Programma che “mira a garantire i giovani” nell’inserimento nel mondo del lavoro. Oltre all’assessore Luchetti erano presenti Maurizio Sorcioni e Paolo Reboani di Italia Lavoro SpA, e per la Regione Marche, Fabio Montanini, Dirigente della P.F. Formazione e Lavoro e Marco Canonico, Responsabile dell’Osservatorio regionale del Mercato del Lavoro. “A distanza di otto mesi, il primo resoconto delle attività svolte fornisce un quadro di sintesi soddisfacente- dice Luchetti- Garanzia Giovani è un programma che ha ottenuto un buon successo se guardiamo all’elevato numero di registrazioni da parte dei giovani e all’impatto che le misure attivate hanno avuto sul target di riferimento. Ora per realizzare gli obietti che la Regione si è posta con il Piano di attuazione regionale del Programma Garanzia Giovani (DGR n. 754/2014) dobbiamo superare le criticità che si sono rilevate, nella consapevolezza della situazione che viviamo che è di grande sofferenza economica”.

Dai dati si evince che nella Regione Marche il Programma sta raggiungendo risultati molto interessanti, complessivamente migliori di quanto si registra su scala nazionale: la percentuale dei registrati sul bacino potenziale è pari al 62,8 per cento contro il 22,2 per cento a livello nazionale. Maggiore della media nazionale è anche la quota di giovani presi in carico (ovvero la platea di giovani che dopo la registrazione sono stati contattati dai servizi per il lavoro competenti e hanno svolto il primo colloquio di accoglienza) sul totale dei registrati pari al 45,5 per cento contro il 36,9 per cento registrato sul totale delle regioni. Interessante è anche l’aspetto che riguarda il numero di giovani che dopo essere stati presi in carico hanno stipulato un Patto di servizio e sono stati avviati alla Misura 5 del Programma, Tirocinio extracurriculare anche in mobilità geografica: si stanno realizzando sul territorio regionale circa 2.716 tirocini.

Nello specifico, i tirocini, che sono la misura più adatta a rispondere simultaneamente alle esigenze dei giovani, hanno interessato 1.573 giovani diplomati, 760 laureati e 383 giovani con la licenza media dell’obbligo.

 

17 febbraio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988