In Burkina Faso scompare un altro cittadino canadese, ipotesi sequestro

Il rapimento sarebbe avvenuto al confine cn il Niger. Nel Paese anche la scomparsa dell'architetto padovano Luca Tacchetto e dell'amica 34enne Edith Blais
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un cittadino di nazionalita’ canadese e’ stato sequestrato nel nord del Burkina Faso nei pressi di alcune miniere d’oro: lo hanno riferito fonti di stampa concordanti, mentre il ministero degli Esteri di Ottawa confermava di essere impegnato a risolvere “una situazione difficile”.

Secondo le ricostruzioni disponibili, il rapimento sarebbe avvenuto non lontano dal confine con il Niger, nei pressi di un sito gestito da Progress Minerals, una societa’ con sede a Vancouver.
La notizia e’ giunta pochi giorni dopo il via libera del parlamento del Burkina Faso a uno stato di emergenza entrato in vigore a fine 2018 nelle province del nord del Paese, dove operano gruppi armati di matrice islamista.

A confermare i rischi sul piano della sicurezza sembrerebbero essere state, tra fine dicembre e inizio anno, le notizie sulla scomparsa dell’architetto padovano Luca Tacchetto e di un altro cittadino canadese, la sua amica 34enne Edith Blais (foto).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»