Lazio

Marra, Raggi: “Abbiamo sbagliato, andiamo avanti”. Taverna: “Scuse non bastano”

ROMA  – “L’amministrazione va avanti. Marra è uno dei 23mila dipendenti e non un esponente politico” del M5S. Lo ha detto il sindaco di Roma, Virginia Raggi, incontrando i giornalisti dopo l’arresto del capo del Personale del Campidoglio, Raffaele Marra (nella foto, i Carabinieri stamani in Campidoglio).

LEGGI ANCHE Arrestato per corruzione Raffaele Marra, il braccio destro di Virginia Raggi

Il mio braccio destro sono i cittadini romani. Andiamo avanti con serenità”.

“Abbiamo appreso con sorpresa dell’arresto di Raffaele Marra, dirigente del Comune di Roma, per fatti che per quanto risulta fino ad ora non riguarderebbero in alcun modo questa consiliatura”, ha detto la sindaca.

“CI SIAMO SBAGLIATI SU MARRA, MI DISPIACE PER BEPPE GRILLO”

“Marra era già dirigente di questa amministrazione e noi ci siamo fidati. Probabilmente abbiamo sbagliato, e di questo mi dispiace. Mi dispiace nei confronti dei cittadini romani, mi dispiace nei confronti del M5S e di Beppe Grillo che aveva sollevato qualche perplessità”.

“NOI CONTRO AFFITTI D’ORO SCARPELLINI GIÀ NEL 2013”

“Nel 2013 uno dei primi atti da noi depositati è stata una mozione contro gli affitti d’oro di Scarpellini che ha consentito di far risparmiare di milioni ai cittadini”, ha detto Raggi  nel corso della conferenza stampa convocata dopo l’arresto di questa mattina del capo del personale Raffaele Marra.

TAVERNA: NON BASTA CHIEDERE SCUSA. VERTICE CON GRILLO

“Non basta” chiedere scusa e dire Raffaele Marra è solo uno dei 23.000 dipendenti del comune di Roma. La senatrice del M5S Paola Taverna, ex membro del mineidirettorio romano, critica le parole della sindaca Virginia Raggi. Taverna è da poco arrivata all’hotel Forum per incontrare Beppe Grillo insieme ad altri esponenti del partito come Luigi Di Maio e Roberto Fico. Presente anche il senatore Nicola Morra.

CONFUSIONE TRA I CRONISTI, MORRA SBOTTA: NON MI CHIAMO MARRA

Cosa avete deciso con Grillo, senatore Marra? “Eh no, capisco tutto ma Marra proprio no. Morra, mi chiamo Morra, non Marra“. Intercettato fuori dall’hotel Forum, dove è ancora in corso la riunione di Beppe Grillo con alcuni dei big del Movimento 5 Stelle, il senatore Nicola Morra non vuole rilasciare dichiarazioni. Inseguito dai cronisti e dagli operatori, sbotta infine quando qualcuno gli rivolge una domanda chiamandolo Marra. Lui, però, ci tiene a precisare di non essere l’arrestato Alfonso Marra bensì il senatore Nicola Morra.

LEGGI ANCHE

Arrestato Marra, il marito di Raggi: “Lui non c’entra niente con la Giunta”

16 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»