Bologna, il paesino di Persiceto vieta i fuochi d’artificio tutto l’anno, ma non la notte del 31: “Usateli silenziosi”

BOLOGNA – Botti e fuochi d’artificio vietati a San Giovanni in Persiceto, ma non la notte di Capodanno. Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco Renato Mazzuca, che bandisce petardi e articoli pirotecnici dal territorio comunale per tutto l’anno, ad eccezione della notte di Capodanno, tra le 22 e l’una, e della notte tra il 5 e 6 gennaio, dalle 17 alle 22. Anche in queste fasce orarie, l’amministrazione invita comunque la cittadinanza ad utilizzare fuochi artificiali silenziosi o con eventuale accompagnamento musicale, tanto che è stato messo a punto anche un hashtag specifico che è #Pianocoibotti.

brindisi2Già in passato il sindaco di Persiceto ha emanato specifiche ordinanze che vietano su tutto il territorio comunale di far esplodere petardi, botti, fuochi d’artificio e articoli pirotecnici in genere: il divieto, spiega il Comnune, è finalizzato a ridurre i problemi connessi all’uso dei materiali pirotecnici, il rischio di infortuni e ferimenti, ma anche inquinamento acustico, disturbo della quiete o spavanto di persone e animali.

Nel resto dell’anno è consentito esclusivamente l’utilizzo di fuochi artificiali silenziosi o a basso impatto acustico eventualmente accompagnati da musica di sottofondo, così come avviene già in oltre mille città italiane. Le violazioni all’ordinanza saranno punite con multe da 25 a 500 euro. Eventuali deroghe saranno valutate singolarmente e dovranno comunque essere prima autorizzate.

16 Dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»