Emilia Romagna

Rimini, la velostazione sarà pronta nel 2017

donini_rimini_piste-ciclabiliRIMINI – Sarà pronta nel 2017 la velostazione di Rimini. Per spingere sul fronte della intermodalità, in particolare quella tra bici e treno su cui la Regione Emilia-Romagna punta molto. Il Comune è entrato infatti in possesso dell’edificio ex Globe in zona stazione dei treni e ha pensato di realizzarci una velostazione, per il ricovero, la riparazione, il noleggio e la ricarica di bici elettriche e non. Ben conscio della passione dei riminesi per le due ruote. L’intervento, spiega alla stampa l’assessore alla Mobilità, Roberta Frisoni, rientra in un progetto più ampio di riqualificazione dell’area, attualmente in una situazione di degrado, non solo per quanto riguarda la collocazione delle biciclette dei pendolari. Sono per esempio aperti i cantieri per la fermata del Trc. Comune e Regione hanno in fretta firmato una convenzione per mettere in sicurezza l’edificio in cui nascerà la velostazione, grazie a un cofinanziamento alla pari da 150.000 euro. Al suo interno, oltre alla custodia dei mezzi, sono al vaglio una serie di progetti, anche tenendo conto della vicinanza del mercato ambulante. Insomma la volontà è di creare un “luogo cardine per una intermodalità a 360 gradi”. Per esempio dove fare posteggiare la bici alle mamme che si recano al mercato, facendo magari trovare loro un passeggino o una cargo bike per trasportare la spesa. Oppure organizzando dei tour in bici per scoprire il territorio. “Siamo pronti ad accogliere suggestioni e suggerimenti”, sottolinea l’assessore Frisoni.

rimini_ciclabiliIl progetto, aggiunge il collega in Regione ai Trasporti, Raffaele Donini, rientra nella legge sulla mobilità ciclistica che la giunta approverà nelle prossime settimane e per la quale arriverà nei primi mesi del 2017 il via libera da parte dell’assemblea legislativa. Sarà condivisa, aggiunge, con i territori e le associazioni ciclistiche e ambientali e prevederà un finanziamento di “almeno 10 milioni di euro”, per la rete ciclistica regionale e le velostazioni. Da un lato verranno dunque aumentati i chilometri di piste ciclabili, anche per finalità turistiche; dall’altro si punta sull’intermodalità bici-treno, un “asse fondamentale del Piano regionale dei trasporti”, andando a creare dei “piccoli hub intermodali per promuovere una mobilità sostenibile”. La prima velostazione è stata realizzata a Bologna e in un anno al suo interno sono state ricoverate 13.500 biciclette. Una volta realizzata quella riminese e completata la velocizzazione in corso della tratta ferroviaria, città delle Due torri e città di Fellini saranno “più vicine” e interconnesse, garantendo un concreto “contributo al turismo sostenibile”. A Rimini sono 103 i chilometri di piste ciclabili, una “bicipolitana” con 10 linee decisamente potenziata rispetto ai 78 chilometri del 2011 e ai 93 dello scorso anno. Con tratti a corsia riservata, con sede propria e misti con i pedoni.

di Cristiano Somaschini, giornalista professionista

LEGGI ANCHE:

Velostazione a Bologna, parte la fase 2: nel 2018 sarà riscaldata

16 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»