Giovani

‘La cena di Natale’: anteprima al cinema Adriano di Roma

la-cena-di-nataleROMA – Equivoci, risate e tante emozioni nel nuovo film di Marco Ponti “La cena di Natale”, in arrivo nelle sale italiane il prossimo 24 novembre. Tratta dall’omonimo best seller di Luca Bianchini, la pellicola è una produzione Italian International Film con Rai Cinema, prodotta da Fulvio e Federica Lucisano e distribuita da 01 Distribution.

La cena di Natale, è stata presentata questa mattina in anteprima per la stampa al cinema Adriano di Roma.

La cena di Natale, sul set un cast d’eccezione

Dopo il successo di “Io che amo solo te”, i personaggi creati dallo scrittore Luca Bianchini si ritrovano insieme per un nuovo divertente capitolo ambientato alla vigilia di Natale in una romantica Polignano imbiancata dalla neve. Sul set, un cast d’eccezione in cui ritroviamo: Michele Placido (Don Mimì), Maria Pia Calzone (Ninella), Laura Chiatti (Chiara), Riccardo Scamarcio (Damiano). Buona parte del cast è quella del primo episodio perché, ‘squadra che vince non si cambia’, a cui si aggiungono tre new entry: Veronica Pivetti, nei panni della zia milanese di Chiara, Giulia Elettra Gorietti nel ruolo di nuova amante di Damiano e Dario Aita probabile fidanzato di Orlando (fratello di Damiano).

Ai microfoni di Diregiovani, alcuni personaggi del film

 

 

Spazio anche all’amore gay

Non solo divertimento ma anche molta attualità. La pellicola infatti, porta sul grande schermo il delicato tema dell’amore omosessuale e delle coppie gay che decidono di fare un figlio.

Nella colonna sonora il singolo di Emma Marrone

Tra gli interpreti della colonna sonora del film, anche Emma Marrone con il brano “Quando le canzoni finiranno”, singolo estratto dall’album “Adesso”, in rotazione radiofonica da venerdì 18 novembre.

Durante la conferenza stampa, il regista Marco Ponti ha raccontato i suoi personaggi: il video
Tra i presenti all’anteprima anche Riccardo Scamarcio:

 

 

 

 

 

16 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»