Bussetti: “Domani il decreto per il concorso docenti delle primarie”

ROMA – “Domani firmerò il decreto per avviare procedura di concorso per i docenti delle primarie“, mentre “per quanto riguarda i dirigenti scolastici cercheremo di averli tutti in servizio al termine di questa procedura concorsuale, dal 1 settembre 2019”. Così il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, oggi a Venezia, risponde alla stampa che chiede quali azioni intende intraprendere il governo per affrontare la situazione di carenza dei docenti in Veneto, peraltro evidenziata di sindacati Cgil, Cisl e Uil del Veneto con una missiva consegnata a Bussetti dal segretario regionale Cisl Gianfranco Refosco. “In Veneto ogni anno vanno in pensione quasi 700 docenti di primarie, mentre le università ne sformano 300. E ora con la quota 100 la situazione è destinata a peggiorare“, spiega Refosco chiedendo l’istituzione di un tavolo tecnico che stimi il fabbisogno e poi, insieme al ministero, vada a costruire un piano strutturato a medio termine, “prevedendo almeno di triplicare gli accessi per i prossimi quattro o cinque anni”.

Altro punto critico è quello degli insegnanti di sostegno, di cui in Veneto c’è una grave Carenza. “Uno su due non ha formazione specifica”, afferma Refosco, quindi si assiste al paradosso che “ci sarebbero i posti ma mancano le professionalità”. Il fatto è che si tratta di “una situazione comune ad alcune Regioni, il Veneto non è infatti l’unica, ma opposta a molte altre”, spiega Bussetti. Per questo “stiamo studiando per capire come affrontare la situazione”, anche se sicuramente “già dal prossimo anno ci saranno 10mila posti per docenti specializzati nelle universita“, conclude il ministro.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

16 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»