Roma, una ‘g’ incisa sul Colosseo, denunciato turista 17enne

ROMA – Ennesimo turista denunciato per aver deturpato il monumento del Colosseo. E’ successo ieri a Roma, dove i Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia e della Compagnia Speciale hanno denunciato a piede libero un cittadino brasiliano di 17 anni – che ha pensato bene di lasciare un ‘segno indelebile’ del suo passaggio nella Capitale. Il giovane, infatti, è stato sorpreso dai militari mentre stava incidendo con una pietra acuminata la lettera ‘G’ – iniziale del suo nome – su una delle pareti interne dell’Anfiteatro Flavio. Nei suoi confronti è scattata l’accusa di danneggiamento aggravato.

Poco dopo, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale hanno arrestato un cittadino tunisino di 50 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti. Il 50enne aveva appena rubato la borsa che una turista, impegnata ad immortalarsi in un selfie con sfondo Colosseo, aveva appoggiato momentaneamente su un vicino muretto. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita alla legittima proprietaria, mentre il ladro è stato trattenuto in caserma in attesa delle decisioni dell’Autorità giudiziaria.

Le due denunce sono avvenute nell’ambito dei controlli preventivi messi in campo dai Carabinieri di Roma nelle zone maggiormente turistiche, in particolare quella del Colosseo e dei Fori Imperiali.

16 Luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»