AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Russia: Forse ucciso capo Isis; Istat: meno tasse per imprese; Città in tilt per sciopero trasporti


Ecco titoli e tg politico realizzato dall’agenzia DIRE

RUSSIA: FORSE ABBIAMO UCCISO LEADER ISIS AL-BAGHDADI

Il leader dell’Isis Abu Bakr al-Baghdadi potrebbere essere stato ucciso in un raid a Raqqa, in Siria, lo scorso 28 maggio da un raid dell’aviazione russa. Lo comunica il ministero della Difesa russo spiegando di essere impegnato nella ricerca di conferme. Il comando statunitense della coalizione anti-Isis al momento non confermano. Secondo i militari russi il leader dell’Isis si trovava a Raqqa per una riunione dei vertici militari dell’organizzazione. Nel raid sarebbero morti una trentina di capi militari e almeno 300 miliziani.

ISTAT, NEL 2017 10% DI TASSE IN MENO PER LE IMPRESE

Meno tasse per le imprese. L’Istat certifica che grazie ad alcune misure prese dal governo, come il taglio dell’Ires e la progora del maxi-ammortamento, quest’anno le imprese potranno godere di uno sconto complessivo delle imposte pari al 10%. Il capogruppo del Pd alla Camera, Ettore Rosato, commenta positivamente questi dati che sono “frutto di buone leggi e dell’impegno dell’esecutivo”, spiega. Nota stonata la frenata dell’export che ad aprile ha registrato una diminuzione dell’1,8%.

CITTÀ IN TILT PER LO SCIOPERO DEI TRASPORTI

Disagi in tutta Italia e in particolare nelle grandi citta’ per lo sciopero dei trasporti. A Roma e a Milano blocco di alcune linee della metro e forti limitazioni degli autobus. Indetto dalle sigle di base, lo stop coinvolge anche treni e aerei. Gli scioperi di venerdì d’estate sono da irresponsabili”, commenta il commissario straordinario di Alitalia, Luigi Gubitosi. Critico anche il segretario del Pd, Matteo Renzi secondo il quale “il diritto allo sciopero e’ sacro ma va regolamentato meglio”. D’accordo la leader Cisl Annamaria Furlan che taglia corto: “Sciopero incomprensibile, inutile e dannoso”.

MORTA ERIKA, VESCOVO TORINO: MARCHIO SU COSCIENZA CITTA’

Duro atto di accusa del Vescovo di Torino Cesare Nosiglia per la morte di Erika Pioletti, la donna di Domodossola travolta dalla folla in piazza San Carlo lo scorso 3 giugno 2017 in occasione della finale di Champions League. “La morte di Erika- ha detto il Vescovo di Torino- aggrava ancora più profondamente lo scoramento del nostro animo… la ferita al cuore stesso della città resterà come un marchio che pesa sulla nostra coscienza di cittadini e su quanti sono stati la causa diretta o indiretta degli assurdi incidenti”. Oggi comunque- prosegue il Vescovo- non è tempo di sterili polemiche, non e’ il tempo di accuse o promesse che la cosa non accadrà più”. La citta’, ha concluso il Vescovo, deve manifestare solidarietà e stringersi attorno alla famiglia di Erika.

16 giugno 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988