L'Italia si ferma per lo sciopero dei trasporti. Renzi: "Va regolamentato" - DIRE.it

Politica

L’Italia si ferma per lo sciopero dei trasporti. Renzi: “Va regolamentato”

ROMA  – Oggi sciopero generale di tutti i trasporti pubblici e privati, treni, aerei, mezzi urbani e trasporto marittimo. L’astensione dal lavoro riguarda l’intera giornata ed è indetta da sindacati autonomi e di base: Cub, Sgb, Cobas lavoro privato e Usb, che in una nota lo hanno definito “una protesta contro le privatizzazioni in corso nel settore dei trasporti”. Lo sciopero avrà diverse modalità e durate.

LA SITUAZIONE A ROMA

E’ in corso lo sciopero del trasporto pubblico. Ecco la situazione sulla rete capitolina: Metro A, Metro B/B1, Metro C e Roma-Lido sono chiuse, mentre la Termini-Centocelle è attiva con forti riduzioni di corse. La Roma-Civitacastellana-Viterbo è chiusa nel tratto urbano, mentre nella parte extraurbana il servizio è attivo con riduzione di corse. Sulla rete di bus e tram possibili riduzioni di corse e sospensioni di linee. Con lo sciopero si registrano traffico e file in diverse parti di Roma.

RENZI: SCIOPERO SACROSANTO, MA VA REGOLAMENTATO

“Non abbiamo regolamentato il diritto di sciopero, che e’ sacrosanto e va difeso, ma che va regolamentato in modo che non ci siano le piccole sigle che mettono in ginocchio il Paese. Anche perche’ chissa’ com’e’, lo sciopero e’ spesso il venerdi‘. Su questo potevamo fare qualcosa di piu'”. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, nel corso di Ore nove.

 

 

16 giugno 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»