Napoli, arriva Salvini: striscioni alle finestre e video-sfottò. Corteo nel pomeriggio

Potere al Popolo manda un video a Salvini: "Il tuo zorro ce l'abbiamo noi, restituisci i 49 milioni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Restituisci i 49 milioni”, “Salvini Vattene”, “Cerchi i voti al Sud per portare soldi al Nord”. Sono solo alcune delle scritte che compaiono sugli striscioni che dalle scorse ore sono esposti fuori ai balconi di diverse zone di Napoli in vista dell’arrivo in città del ministro dell’Interno che sarà in prefettura alle 18,30 per presiedere un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Si tratta di un’iniziativa che si è alimentata spontaneamente sui social dopo che la “protesta dei balconi” contro Salvini si è diffusa in numerose città del Paese.

Gli attivisti dell’ex Opg Je So Pazz’ ieri sera hanno organizzato un incontro pubblico per la preparazione dei materiali, invitando ad esporre da balconi o finestre di casa un lenzuolo con la scritta “Napoli non ti vuole”. Gli attivisti dell’ex Opg che alimentano il movimento politico Potere al Popolo hanno anche realizzato un video parodia sul pupazzetto di Zorro rubato a Salvini.

Intanto oggi alle 18, in concomitanza con l’arrivo in città del numero uno del leader del Carroccio, partirà da largo Berlinguer, davanti all’ingresso della metropolitana di Toledo, il corteo “Napoli Libera da Salvini”.

“Salvini – spiegano gli organizzatori – viene ancora a Napoli a raccontare le sue menzogne e a spargere il suo odio verso i più deboli. Facciamo appello a tutte e tutti a prendere parola per denunciare l’ipocrisia e le falsità di chi ha costruito una carriera politica sul disprezzo e sulla discriminazione dei meridionali e ora viene al Sud a cercare i voti dei “meridionali da cortile”, dei servi e degli opportunisti per il suo progetto di potere”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»