Coppa Italia, scontri tra tifosi e forze dell’ordine: guerriglia urbana tra le macchine

Scene di guerriglia urbana a Roma prima della finale di Coppa Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Scontri tra tifosi e forze dell’ordine, con idranti in azione e lacrimogeni nei pressi di Ponte Milvio, a largo Maresciallo Diaz. Dagli ultras un fitto lancio di bottiglie verso gli agenti in tenuta antisommossa. Diversi i petardi esplosi. E’ successo ieri sera prima della finale di Coppa Italia Lazio-Atalanta. 

La Lazio batte l’Atalanta 2 a 0 e vince la Coppa Italia

COPPA ITALIA, INCENDIATA AUTO POLIZIA LOCALE

Una macchina della Polizia di Roma Capitale incendiata nei pressi dello stadio Olimpico. Questo il primo bilancio dei danni degli scontri tra gli uomini del Reparto Mobile della Polizia e alcune decine di ultras laziali che intonano cori contro le forze dell’ordine e i tifosi bergamaschi.

RAGGI: MISURE FORTI CONTRO I BARBARI, AGENTE HA RISCHIATO LA VITA

“Le città non possono essere messe a ferro e fuoco da gruppi di delinquenti organizzati che con il pretesto di una partita di calcio devastano tutto e aggrediscono gli uomini della polizia, ovvero persone che stanno lavorando per tutti noi. Rivolgo pubblicamente un ringraziamento a tutti gli agenti della Polizia di Roma Capitale e di tutte le forze dell’ordine impegnate a garantire la sicurezza dei cittadini e lo svolgimento di un evento sportivo come la finale di Coppa Italia. Oggi uno dei miei agenti ha rischiato la vita per colpa di un gruppo di idioti. Credo vada fatta una attenta riflessione: le squadre di calcio guadagnano milioni e pagano milioni per gli stipendi dei calciatori. Non è giusto che siano i cittadini e le amministrazioni a farsi carico delle spese per il mantenimento della sicurezza: non si può mettere sotto assedio una città. Abbiamo visto scene raccapriccianti in tutte le città d’Italia. La misura è colma. Servono provvedimenti forti nei confronti di questi barbari”, ha commentato la sindaca di Roma Virginia Raggi.

COPPA ITALIA. SALVINI: 20MILA UOMINI PER EVITARE DIVENTI BATTAGLIA

“C’è la finale di coppa Italia Lazio-Atalanta. Da ministro dell’Interno sto coordinando 20mila persone delle forze dell’ordine che presenziano autogrill, stazioni, fontane, bar e giardinetti. Devo garantire che una partita di calcio non si trasformi in un campo di battaglia, ma il decreto sicurezza prevede che dalle prossime stagioni calcistiche i costi di questi uomini non siano a carico dello Stato, ma delle società”. Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini, intervenendo alla presentazione di un libro di Carlo Nordio al Senato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»