Morto l’immobiliarista Salvatore Ligresti: aveva 86 anni

ROMA – E’ morto ieri sera a Milano l’imprenditore Salvatore Ligresti, malato da tempo e ricoverato da una settimana all’ospedale San Raffaele. Aveva 86 anni ed era originario di Paternò, in provincia di Catania. Ingegnere di formazione, sposò Antonietta Susini, figlia del provveditore alle Opere pubbliche della Lombardia (che nel 1981 venne sequestrata dalla mafia, e poi liberata dopo il pagamento di un riscatto, in un episodio dai contorni poco chiari). Da lei ha avuto tre figli: Giulia Maria, Paolo e Jonella.

Il famoso immobiliarista è stato un punto di riferimento della finanza italiana: il massimo del successo, per lui, arriva a metà degli anni Ottanta, quando è di casa nei salotti della finanza di Milano ed è uno degli uomini più ricchi di’Italia.  Di professione ingegnere, sposò ANton

E’ stato per molto tempo il punto di riferimento di Fonsai  e protagonista del mondo finanziario milanese. Ma questo lo fece anche incappare in diversi scandali giudiziari (già a partire dagli anni Ottanta), in seguito ai quali perse ogni ruolo operativo. Nel 2016 venne condannato Ligresti a sei anni dal Tribunale di Torino per falso in bilancio nell’ambito del processo per il crac Fonsai.

Ti potrebbe interessare anche:

16 Maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»