Cozzoli: “Con ministro Calenda nuova linfa ed energia al Mise”

vito-cozzoliROMA – “Una guida autorevole e competente per una ripartenza decisa”. Così, nel suo saluto a tutto il personale del ministero dello Sviluppo economico, il Capo di Gabinetto Vito Cozzoli – che ha lasciato l’incarico al ministero- a proposito del neo ministro Carlo Calenda, al quale, scrive “sono legato da un rapporto di profonda stima”. Il ministro, scrive Cozzoli “saprà trasmettere nuova energia e linfa ad una Amministrazione chiamata a supportare i processi di innovazione e modernizzazione del comparto produttivo del Paese”. ”Desidero ringraziarVi per la Vostra competenza, professionalità, entusiasmo ed impegno, che hanno caratterizzato la nostra opera in questi due anni di lavoro insieme. Si è trattato di un’esperienza bellissima- scrive Cozzoli- ed entusiasmante, ma sicuramente gravosa per la complessità dei dossier gestiti dal nostro Ministero, la cui attività non è stata scalfita dalle vicende giudiziarie di queste settimane, che anzi hanno testimoniato la linearità e il rigore del nostro operato”.

Per quanto riguarda il lavoro già svolto dal Gabinetto guidato da Cozzoli e che ora attende la firma ci sono diversi dossier: uno su Industria 4.0 e uno sugli investimenti in Smart Grid e Sistemi di servizi digitali per Smart City; un pacchetto dedicato al miglioramento della competitività e alla diversificazione in ambito energetico; una serie di iniziative connesse al Fondo europeo per gli investimenti strategici; passando per misure dedicate alle Telecomunicazione e al rafforzamento dell’attività di internazionalizzazione e di attrazione degli investimenti; senza dimenticare gli interventi sull’agroalimentare, la risoluzione delle crisi industriali ed il rilancio di complessi come quello dell’Ilva, che avverrà entro il prossimo giugno.

16 Mag 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»