Rivelarono notizie su Messina Denaro, arrestati due carabinieri

L'accusa è di aver rivelato a un mafioso trapanese dell'entourage del superlatitante Matteo Messina Denaro alcune notizie riservate sull'inchiesta: uno lavora alla Dia, uno alla compagnia di Castelvetrano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Due carabinieri sono stati arrestati con l’accusa di avere “passato notizie riservate a un mafioso trapanese” dell’entourage del superlatitante Matteo Messina Denaro. Lo riferisce l’edizione online de ‘la Repubblica’ secondo cui i militari arrestati dalla Dia di Palermo, a seguito di una indagine portata avanti dal Ros dei carabinieri, sono il tenente colonnello Marco Zappalà e l’appuntato Giuseppe Barcellona: il primo è in servizio alla Dia di Caltanissetta, il secondo alla Compagnia di Castelvetrano.

In arresto, secondo il quotidiano, anche l’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino, che in passato ha avuto un ruolo nelle indagini sulla cattura di Messina Denaro.

LEGGI ANCHE: Messina Denaro, caccia ai complici del latitante: 25 perquisizioni nel trapanese

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»