Al Vinitaly Salvini 'beve' Berlusconi: "Vino italiano non va mai di traverso"

Lombardia

Al Vinitaly Salvini ‘beve’ Berlusconi: “Vino italiano non va mai di traverso”

ROMA – Al Vinitaly Matteo Salvini “beve” Berlusconi allo stand Coldiretti. Il segretario della Lega tra gli agricoltori ha brindato assieme al presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo e al segretario generale Vincenzo Gesmundo, in occasione dell’inaugurazione della Fiera, con un vino rosso, dal nome “9.9”, prodotto dalla nipote del leader di Forza Italia, Alessia Berlusconi.

Viene fuori alla lunga il buono” ha detto Salvini dopo aver aperto lui stesso la bottiglia e assaggiatone un calice, precisando comunque che “il vino italiano non va mai di traverso”. Dopo aver brindato il presidente della Coldiretti Moncalvo ha mostrato le false bottiglie made in Italy smascherate dall’organizzazione nei diversi continenti al leader della Lega, che ha quindi firmato la petizione dell’organizzazione degli agricoltori #stopcibofalso, mobilitazione popolare nei confronti dell’Unione Europea per fermare il cibo falso e proteggere la salute, tutelare l’economia e bloccare le speculazioni.

Alessia Berlusconi produce il suo vino nell’azienda La Contessa di Capriano del Colle, nel Bresciano. “Volevo fare un vino dal colore intenso, con profumi accattivanti e dal profumo sincero. Amo definirlo un vino che sa stare in compagnia” si legge nell’etichetta della bottiglia.

16 aprile 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»