AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Ateneo Federico II avanza nel futuro dell’università

federica_eu_federico_II_universita_web_learningROMA – La didattica 3.0 chiama, l’universita’ Federico II risponde. Cosi’ e’ nata Federica.eu, portale Web Learning dell’ateneo napoletano interamente dedicato ai Massive Open Online Courses, ovvero i MOOC. La nuova piattaforma e’ stata presentata oggi presso la sede del Rettorato federiciano, dall’assessore alla Ricerca scientifica della Regione Campania, Guido Trombetti; dal Rettore della Federico II, Gaetano Manfredi; dal Responsabile scientifico di Federica Web Learning, Mauro Calise; dal Direttore del SOFTel – Centro di Ateneo per l’Orientamento, Luigi Verolino. Federica.eu, e’ nata nell’ambito di Federica Web Learning, il progetto open access dell’ateneo federiciano, per lo sviluppo e la diffusione di contenuti didattici di alta formazione, promosso nel quadro dei fondi strutturali europei (FSE e FERS), coniugando gli aspetti formativi con quelli di ricerca e innovazione.

Con Federica i MOOC ‘parlano’, quindi, italiano: un nuovo formato didattico diviene un prodotto made in Italy, grazie ad un ateneo italiano, su una piattaforma italiana. I corsi sono a misura di studente, potenziando l’ambiente multimediale dei nativi digitali. Il formato della nuova piattaforma, frutto di anni di sperimentazione tecnologica e creativita’ intellettuale, consente di ascoltare le lezioni e, al tempo stesso, leggere i testi, sia del docente che dei link, come fonti per approfondire lo studio online. E con un’interfaccia semplice, flessibile e unica per ogni corso, docente, materia, che rende il nuovo ambiente tecnologico rapidamente familiare.

Le pagine appaiono come un block notes, su cui e’ possibile sottolineare un passaggio piu’ interessante, prendere appunti, commentare una formula e condividere contenuti con la classe virtuale attraverso i canali social. Fondendo, cosi’, la chiarezza del testo scritto con l’immediatezza e flessibilita’ del contatto multimediale. Sulla destra del block notes e’ posizionato il PLEIN (Personal Learning Environment Interactive Navigator) uno smartphone virtuale che rappresenta l’avanguardia nelle nuove metodologie di insegnamento. Potente e intuitivo, user-friendly, consente di personalizzare il percorso di apprendimento. E’ in questo ambiente che e’ possibile visualizzare i contenuti dei link alle fonti in Rete presenti sui testi dei docenti. Sempre con il Plein si puo’ rimanere in contatto con i compagni di studio.

La piattaforma Federica.eu prevede un’offerta didattica iniziale che parte con 40 corsi ad accesso libero e gratuito, con la possibilita’ di ricevere crediti universitari. In totale 600 lezioni, 10.000 slide, 1.800 video, 3.000 immagini. Con questi numeri l’iniversita’ Federico II rappresenta un’esperienza didattica inedita in Italia. I contenuti, a cura di docenti d’indiscussa autorevolezza scientifica anche di altri atenei e istituti di ricerca, su un modello di apprendimento “web intensive”, spaziano dai fondamentali di base ai temi di particolare attrattiva per l’opinione pubblica. Si va dall’Introduzione alla Scienza politica alla Psicologia dello sviluppo cognitivo, dalla Letteratura italiana alla Comprensione del linguaggio, dalla Fisica a Developmental Robotics, dal Laboratorio di Restauro all’Organizzazione del patrimonio culturale, dalla Physics of Galaxies alla Biochimica o all’Ingegneria dei processi alimentari, solo per citarne alcuni.

16 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988