Campania

Costa Amalfi, appello a De Luca per riaprire il fiordo di Furore

COSTA AMALFINAPOLI – Il Fiordo di Furore, nella Costiera Amalfitana, rischia di essere off-limits per la prossima estate se da parte della Regione Campania non arrivera’ il via libera al finanziamento necessario per la messa in sicurezza del costone. A lanciare l’appello direttamente al Governatore Vincenzo De Luca e’ Luigi Perrelli, giovane imprenditore e anima del Fiordo di Furore, che in una intervista rilasciata al portale ecampania.it chiede che “il fiordo non resti dimenticato e isolato, sarebbe una sconfitta per la Regione Campania, l’ennesimo paradiso naturale rovinato. Salviamo il fiordo di Furore, ora e presto”. Dopo le dichiarazioni di Perrelli, il portale di cultura e turismo ha deciso di lanciare l’hashtag #openfiordo. L’accesso al Fiordo nei giorni scorsi e’ stato interdetto da parte del Comune per caduta massi. Il Comune di Furore dice di essere “impossibilitata ad intervenire” perche’ e’ in attesa del via libera da parte di Palazzo Santa Lucia di un finanziamento di 1,5 milioni di euro.

16 marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»